Sab. Ago 24th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Roma. Arrestato Marcello De Vito (M5S) per corruzione, Di Maio lo espelle dal partito

2 min read
Marcello De Vito

ROMA. Il presidente del consiglio comunale di Roma Marcello De Vito è stato arrestato con l’accusa di corruzione. De Vito, eletto con il M5S, avrebbe ricevuto tangenti dall’imprenditore Luca Parnasi, proprietario dei terreni di Tor di Valle su cui dovrebbe sorgere il nuovo stadio della Roma, in cambio della promessa di agevolarne la costruzione, e anche da altri imprenditori per altre opere della città. Nell’inchiesta, denominata “Congiunzione astrale”, sono state arrestate altre tre persone, di cui due ai domiciliari. Nel corso dell’inchiesta sullo stadio della Roma a giugno dello scorso anno erano state arrestate nove persone, tra cui Parnasi e Luca Lanzalone, all’epoca presidente della società municipalizzata Acea, con l’accusa di associazione a delinquere, finanziamento illecito e corruzione. Per adesso la procura di Roma ha rinviato a giudizio quindici persone per i presunti illeciti legati al terreno su cui verrà costruito lo stadio della Roma. L’udienza preliminare si terrà il prossimo 2 aprile. L’iter per costruire lo stadio della Roma invece sta proseguendo, perché non sono state riscontrate irregolarità nel comportamento della società giallorossa, considerata estranea ai fatti.

Il capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio ha scritto su Facebook di aver deciso di espellere De Vito dal partito: “Mi assumo io la responsabilità di questa decisione come capo politico, e l’ho già comunicata ai probiviri. Quanto emerge in queste ore, oltre ad essere grave è vergognoso, moralmente basso e rappresenta un insulto a ognuno di noi, a ogni portavoce del MoVimento nelle istituzioni, ad ogni attivista che si fa il mazzo ogni giorno per questo progetto”. La sindaca Virginia Raggi ha, infine, detto: “A Roma non c’è spazio per la corruzione. Chi ha sbagliato non avrà alcuno sconto da parte di questa amministrazione”.

Leggi anche:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open