angolo diversoNews

Il primo amore, perché non lo dimenticheremo mai?

Si è sempre detto : “Il primo amore non si scorda mai”, ma è una diceria o è scientificamente provato?

“Il primo giorno della mia vita è stato quello in cui ti ho incontrato. Poi sono partite le bestemmie.”

Per la Rubrica ‘L’Angolo diverso’ questa settimana parleremo di una cosa che a voi romanticoni e romanticone piace assai: Il Primo Amore.

Amore

Ho messo volutamente le lettere in maiuscolo per dimostrare che,anche se sono romantica come la Mantide Religiosa, posso scrivere un articolo su questo argomento.

Ecco. Ci siamo. Qual è stato il vostro primo amore?

La prima cotta, il primo batticuore, il primo chitem…ehm ci siamo capiti.

Secondo alcuni studi scientifici, innamorarsi fa bene perché il nostro corpo produce delle sostanze che vanno a rafforzare il sistema immunitario e migliorano il sistema cardiocircolatorio.

Questo è ciò che dice la Scienza.

Ciò che penso io: Diventiamo degli emeriti imbecilli.

Sì miei signori, è così. Gli uomini sono già sulla buona strada,ma quando si innamorano diventano dei farlocchi, mettono da parte la loro spavalderia per diventare dei Panda carini e coccolosi.

Noi donne non siamo da meno, da donne alpha che lottano per i loro diritti che prediligono l’indipendenza diventiamo delle Sceme. Sì e lo scrivo in maiuscolo per enfatizzare la scemità che prende. 

E’ assurda la trasformazione che subiamo. Con il primo amore lo siamo ancora di più perché non abbiamo l’esperienza per saper contenere questo momento esaltante che ci prende. 

Il primo amore arriva di solito nella nostra pubertà, quando non abbiamo capito ancora come si abbinano i colori perché non abbiamo Enzo Miccio a consigliarci, o semplicemente,abbiamo una madre con gusti orrendi.

Arriva quando portiamo l’apparecchio, quando avevamo la Boy band del cuore appiccicata alla parete e cantavamo a squarciagola non conoscendo una parola di Inglese. 

Questo e’ il caso peggiore.

Nel caso meno grave arriva quando stiamo attraversando la fase della nostra vita depressiva perché abbiamo il 4 in Matematica e non sappiamo come risolvere la cosa,non riusciamo a capire quei maledetti logaritmi e l’unica preoccupazione è come uscire vivi dalle Superiori o fare tardi la sera senza farsi sgamare da mamma e papà.

Ma chi era lui o lei?

Lui: Il figo della scuola. Non ci giriamo intorno,gli anonimi e i timidi non venivano notati facilmente in quella fase della nostra vita e tutta la nostra attenzione si spingeva sul figo della situazione che era lì, con il ciuffo ribelle,l’orecchino, la giacca di pelle e aveva la moto oppure era un bravo sportivo.

Tutte gli sbavavano dietro ma da buon latin lover non cercava nessuna, o meglio, non calcolava noi comune sfigatelle. 

Era un’agonia fare di tutto per vederlo e se per puro caso lui ci rivolgeva un sorriso, era la fine. Si organizzava il matrimonio nel giro di pochi minuti.

Lei: La più bella della classe, l’amica di sempre che ci raccontava anche le sue cotte e noi stavamo lì ad ascoltarla nella speranza che apprezzasse questo gesto e ci degnasse di uno sguardo. Capelli lunghi, forse aveva le lentiggini ed occhi da cerbiatta. Non ci calcolava di striscio ma noi eravamo lì ad ascoltarla e magari a farle i compiti per dimostrarle:” Vedi che muoio per te!”. Alla fine lei si fidanzava con il figo descritto prima.

Mai una gioia.

Passiamo ore,settimane e mesi amando qualcuno che non ci fila di striscio leggendo sulle varie riviste o sul web come rimorchiare quella persona, ci affidiamo a filtri magici,riti vodoo che come risultato ci fanno insultare dal nostro animale domestico perché pensa di essere capitato in una famiglia di disagiati ed è pronto a chiamare il WWF.

Siamo pronti a fare di tutto per quella persona, ma cosa facciamo per noi?

E’ scientificamente provato che il Primo amore non si dimentica perché è il passaggio verso una nuova fase della nostra vita. E’ una sorta di inaugurazione un po’ come il primo ‘filone’ a scuola, la prima marachella,il primo tamponamento,la prima multa e non sai come dirlo a casa.

Il primo amore è un’emozione forte che ci risveglia i sensi e gli scienziati sostengono che il nostro corpo registra queste informazioni che ci faranno ricordare di quella persona per sempre. Che sfiga.

(Che pensiero profondo,mi sto emozionando io per voi)

In ogni caso, il primo amore ma l’amore in genere fa bene. Il nostro corpo si risveglia e proviamo a superare ogni nostro limite solo per la voglia di piacere a quella persona, ma in realtà, stiamo facendo un lavoro su  noi stessi che è favoloso.

Primo amore

 Quando una storia finisce, soprattutto in modo non piacevole,avete notato che siamo diversi?

Abbiamo acquisito una consapevolezza che non immaginavamo minimamente.  Siamo più sicuri, abbiamo smorzato l’emotività che è un fattore scatenante del nostro dolore. Quante volte abbiamo detto: “ Non ne usciremo vivi, non passerà mai”, poi, magari dopo tempo ci ripensiamo e non ci interessa sapere neanche se la persona stia bene o meno, con tutte le bestemmie che gli abbiamo tirato poi,parlo di me, figurati se mi fa piacere sapere qualcosa di lei/lui.

Il punto è questo, l’amore fa bene, anche se di rifiuti, dolori, incertezze ne arrivano. Ogni volta fa male ma dopo un po’ siamo pronti a ricominciare ed a rimetterci in gioco.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Comments are closed.