Mar. Ott 15th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Rufrae Presenzano, la bella favola del calcio a km zero (che arriva in finale di coppa)

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

PRESENZANO – La scorsa Estate 2018 i ragazzi locali tesserati con il RUFRAE (FIGC) e i ragazzi locali tesserati con l’Atletico Presenzano (CSI) in totale n°25 ragazzi  formano un unico gruppo e decidono di giocare sotto la stessa bandiera ossia RUFRAE PRESENZANO. Così il gruppo di ragazzi appena formato si propone alla società sportiva Rufrae Presenzano che accetta la proposta e insieme ai ragazzi individua il mister nella persona di Sergio Savastano, persona del posto e bandiera del Rufrae dalla sua fondazione, nonché molto vicino a tutta la gioventù Presenzanese.

Si ceglie di iscriversi al campionato di seconda categoria dando la possibilità ai ragazzi più giovani di età di crescere senza troppa pressione agonistica che caratterizza la categoria superiore.

La rosa di ragazzi locali diventa un grande gruppo affiatato, sia in campo che negli spogliatoi, a fine campionato si classificano al terzo posto in piena zona play off.

I giovani guidati da Savastano giocano la semifinale play off in casa contro Pescolanciano vincono per 1-0 ed accedono alla finale play off giocandola sul campo di Macchiagodena dove perdono di misura 2-1 andando anche in vantaggio, ma il successo maggiore è stato il pubblico a seguito.

Ora, però, giocatori e società si stanno concentrando sulla finale della Molise Cup de seconda categoria.

La fase della coppa Molise che si gioca in questo periodo è la terza (semifinali composte da 6 squadre due gironi da 3 squadre con tre incontri totali, incontrandosi anche le squadre che riposano di entrambi i gironi. Nelle fasi precedenti a gironi, 1^ e 2^ il RUFRAE Presenzano si è classificato in entrambi le fasi al primo posto a punteggio pieno.

La terza fase come precedentemente descritto, nel girone A ci sono il RUFRAE, il Quercus major CERCE e i giovani Castropignano, mentre le squadre del  girone B sono Sepino, gioventù Macchiagodenese e Roccavivara, la prima giornata il RUFRAE fa visita al CERCE dove vince fuori casa per 2-1, la gara successiva la gioca in casa contro la gioventù macchiagodenese, squadra che riposava nel girone B. Formazione ostica che ha visto prevalere contro il RUFRAE proprio nella finale play off, ma in casa Rufrae è tutta un’altra storia, il macchiagodena va in vantaggio ma lo stesso dura solo un minuto perché il RUFRAE agguanta subito il pareggio, con questo risultato si va fino al novantesimo, come da regolamento si va ai calci di rigore dove il RUFRAE prevale per 5-4, il regolamento prevede che chi vince ai rigori prende 2 punti in classifica e chi perde prende 1 punto. In virtù dei due punti il RUFRAE sale a 5 punti mantenendo ben saldo il primo posto rispetto alle altre due squadre. Nell’ultima gara vede il rufrae contro il giovani castropignano sul campo di presenzano con 5 punti in classifica per il RUFRAE e 3 per castropignano. A fine gara vede prevalere il RUFRAE per 3-1 sul castropignano accedendo alla finale del 16 giugno all’antistadio le piane di isernia contro il Sepino classificatori al primo posto nel girone b.

C’è da sottolineare che i ragazzi di Presenzano hanno chiuso una splendida annata calcistica mantenendo il proprio terreno di gioco imbattuto in tutte le competizioni, c’è stata una crescita graduale di tutti i ragazzi più giovani facendo un plauso al mister Savastano che puntualmente ogni partita ha fatto tutte e 5 le sostituzioni.

Le calde parole del Presidente Gazzerro: “siamo orgogliosi di questi ragazzi e del mister per le belle emozioni che ci hanno regalato durante questo interminabile ed affascinante lungo cammino che ci ha portato alla finale della coppa Molise 2^ categoria. Ringraziamo ed abbracciamo tutti i tifosi e i cittadini di Presenzano, in particolar modo quelli residenti fuori paese, in Italia e all’estero che ci hanno seguito con calore.”

Anche noi, come redazione, facciamo un grande applauso e facciamo il nostro miglior in bocca al lupo per questi fantastici ragazzi che hanno dimostrato che il calcio basato su amicizia e ideali è possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open