Comunicati Stampa

Salviamo la chiesa di San Donato: l’appello del De Gasperi di Capodrise

Salvare la chiesetta di San Donato dall’oblio

CAPODRISE. Restituirla al Salviamo la chiesa di San Donato: l’appello del De Gasperi di Capodrisepatrimonio storico-artistico della città. Il centro studi De Gasperi di Capodrise, presieduto da Salvatore Liquori, lancia un appello a storici, storici dell’arte, artisti, architetti, ingeneri e a quanti vogliano impegnarsi, accanto a don Giuseppe Di Bernardo, per salvare la chiesetta di San Donato dall’oblio. «Ci uniamo a quanti, come, di recente, ha fatto l’artista Pietro Maietta – si legge in post su Facebook –, invocano il recupero di quel tempio, oggi un rudere ostaggio di sterpaglie e rifiuti. Esistente già nel 1113, meta di pellegrini, per secoli è stata l’unica chiesa di un’area con poche case sparse abitate da contadini, che lì assolvevano i doveri spirituali prima di andare a lavorare nei campi». Fino agli anni Trenta del Novecento risultava in un discreto stato di conservazione, anche se vi si officiava soltanto nei mesi estivi. Le due devozioni a San Donato e Santa Monica, negli anni, hanno sollecitato la realizzazione di dipinti ad affresco in loro onore, dei quali, purtroppo, rimangono solo poche tracce. La struttura presenta due absidi ancora visibili all’esterno, che corrisponderebbero a due navate, mura antiche che affascinano perché rimandano alla sua misteriosa fondazione. «La chiesetta di San Donato – aggiungono dal De Gasperi – è un luogo della memoria che non può essere lasciato al suo destino: occorre un’immediata bonifica dei luoghi e un’attenta indagine storica e artistica, primi passi verso un progetto di risanamento strutturale e funzionale. Il De Gasperi è pronto a fare la sua parte».

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Comunicato Stampa
I comunicati stampa

    Comments are closed.