• Sab. Ott 16th, 2021

San Cipriano d'Aversa. Casalesi, confiscato l'impero dei fratelli Mastrominico: ecco l'elenco dei beni

DiThomas Scalera

Feb 9, 2017


SAN CIPRIANO D’AVERSA. Questa mattina i Carabinieri di Caserta hanno dato esecuzione ad un decreto di confisca di beni mobili, immobili, società e rapporti finanziari, per un valore complessivo stimato di 40 milioni di euro circa, nella disponibilità di due indagati. Questi sono Pasquale e Giuseppe Mastrominico, rispettivamente di 66 e 59 anni, entrambi di San Cipriano d’Aversa. I due fratelli, imprenditori edili, furono già arrestati il 15 novembre 2011, per concorso esterno in associazione mafiosa, espressione del clan dei Casalesi, fazione Iovine, per l’assegnazione di appalti e commesse pubbliche. Il provvedimento è stato notificato ad altri 18 soggetti, terzi intestatari dei beni, individuati tra parenti e soci dei Mastrominico. Ecco, nel dettaglio, l’elenco: 12 imprese edili/immobiliari, 71 terreni agricoli, 3 fabbricati rurali, 44 appartamenti, 52 autorimesse, 8 cantinole, 3 lastrici solari, 1 deposito industriale, 26 veicoli e 59 rapporti bancari ed investimenti, ubicati nelle province di Caserta, Napoli, Latina, Frosinone, L’Aquila e Pisa. La confisca scaturisce dall’iniziale proposta di applicazione di misura di prevenzione avanzata dalla Procura della Repubblica sulla scorta delle indagini patrimoniali svolte dai militari dell’Arma e dal decreto di sequestro di beni n. 83/12 del 22 gennaio 2014 emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, eseguito il 17 febbraio 2014. Con lo stesso provvedimento, la Procura ha anche chiesto a carico dei fratelli Mastrominico la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di due anni.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru