• Sab. Ott 23rd, 2021

San Cipriano d'Aversa. Polisportiva Capasso, il progetto è sempre più ambizioso

DiThomas Scalera

Feb 2, 2017


Una splendida realtà sportiva che porta il nome di San Cipriano d’Aversa in tutta la Campania ma soprattutto in giro per l’Italia e per il Mondo. La Polisportiva Team Capasso è infatti una delle squadre vincenti del territorio dell’Agro Aversano e può contare su quasi 400 atleti giorno dopo giorno si allenano a karate, pallavolo, basket ma anche tennis. Domenica prossima, 5 febbraio, buona parte di questi ragazzi saranno impegnati a Curti per una competizione che “potrà far emergere i nostri maggiori talenti – afferma l’atleta Adriano Della Corte, che è anche aiuto allenatore del maestro Nicola Capasso – e che darà la possibilità ai nostri atleti di poter vivere da vicino la gioia di affrontare una competizione. E’ bello vedere negli occhi dei bambini la grinta prima di una gara. E’ una delle più belle vittorie per la polisportiva”. Dopo Curti la Polisportiva Capasso sarà impegnata prima a Rimini e poi a Caorle, vicino Venezia, per la Venice Cup, competizione mondiale alla quale partecipano tutte le federazioni mondiali. Il dirigente accompagnatore è Antonino Calopresti che sottolinea “la passione della famiglia Capasso e del maestro Nicola nel portare avanti un progetto che è nato quasi 20 anni fa. Solamente nel 2005 abbiamo avuto grazie ad Agrorinasce un bene confiscato in via Acquaro a San Cipriano d’Aversa nel quale abbiamo realizzato la nostra sede. Oggi è nato anche un connubio con l’associazione Carabinieri con l’unico obiettivo che è quello di togliere i ragazzi dalla strada ed insegnare loro educazione e rispetto. Ogni gara di karate parte con un saluto all’avversario e si chiude con un abbraccio: è questo il bello di questo sport”.
 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru