• Sab. Ott 23rd, 2021

San Felice a Cancello. Ferrara: "Massimo impegno per risolvere il problema delle spettanze agli operatori ecologici"

Il sindaco Giovanni Ferrara interviene sulla questione

“Il nostro impegno è quello di pagare tutto quello che sarà disponibile” ha dichiarato il primo cittadino di San Felice a Cancello

SAN FELICE A CANCELLO. “A fronte della disponibilità, impegno e senso di responsabilità profusi, essere tacciati di disinteresse da parte degli operatori ecologici che hanno proclamato lo stato di agitazione ci mortifica. È mio dovere informare i cittadini, che continuano a vedere il paese non proprio pulito, e i lavoratori del cantiere di San Felice a Cancello, che abbiamo più volte, invano, cercato un incontro con i responsabili della Buttol S.P.A per trovare soluzioni e risolvere le problematiche. Il mio primo atto da sindaco è stato quello di richiedere, previa delibera di giunta, un anticipo di spesa all’Ufficio Tesoreria, una somma pari a 700 mila euro, per pagare parte degli stipendi. Il nostro obiettivo è la tutela dei lavoratori ma di pari passo, nell’interesse dei cittadini, c’è quello di tenere pulite le strade e le piazze, anche quelle che comprendono le aiuole “adottate”. I volontari hanno dato disponibilità ad estirpare le erbacce delle varie aiuole ma non di pulire l’intera area dove sono ubicate. – lo dichiara il sindaco di San Felice a Cancello, Giovanni Ferrara, che aggiunge – Auspico un atteggiamento responsabile da parte degli operatori ecologici, che sarò lieto di conoscere e di incontrare per ascoltare le loro istanze. Il nostro impegno è quello di pagare tutto quello che sarà disponibile, sappiamo le difficoltà e i sacrifici di chi ha una famiglia, chiediamo fiducia e, altresì, l’adempienza del servizio di nettezza urbana”.

Ufficio Stampa Giovanni Ferrara

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru