• Mar. Ott 19th, 2021

San Marcellino – Fatture con dati personali tra i rifiuti, la scoperta e denuncia di Costanzo

DiThomas Scalera

Feb 26, 2016

Cosa pensereste se i vostri dati personali potessero essere consultati da chiunque? Tutti saremmo un po’ preoccupati, specie se questi sono facilmente ritrovabili direttamente in una busta dell’immondizia mischiati ad altre cartacce. Lo scandalo è stato registrato in via Foscolo, zona periferica del paese dell’agro-aversano maggiormente al centro dei dibattiti dell’opinione pubblica a causa delle condizioni a dir poco critiche in cui versa. Al di là delle problematiche ambientali, però, ci sono da registrare violazioni dei criteri fondanti della legge sulla privacy. In uno dei sacconi, infatti, sono stati rinvenute dall’attivista Nicola Costanzo, questa mattina, circa 50 fatture e altro materiale riconducibile ad una ditta attiva nel ramo della ristorazione. Successivamente il materiale è stato consegnato ai vigili urbani. san marcellinoUn polverone immenso che il componente della lista “Futuro per San Marcellino” alza per la tutela della sicurezza dei suoi concittadini: “La mia è una lotta che porto avanti da circa 4 anni – dice il 32enne –. I rifiuti che abbondano sulle nostre strade sono un fattore evidente che, in prima persona, voglio combattere come ho fatto finora. Il mio primo obiettivo politico, qualora dovessi essere eletto alle prossime comunali, è quello di creare un circuito di telecamere connesso ad una sede centrale, controllata da una gruppo di guardie ambientali in collaborazione con i vigili urbani. Solo in questo modo è possibile identificare i responsabili, multarli e indirizzarli al rispetto delle regole. L’isola ecologica non deve essere una chimera, ma una reale risorsa per San Marcellino. Lo scempio deve finire”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru