Antica Terra di LavoroCronacaNews

San Nicola la Strada. Furto con scasso in via Paul Harris

La strada senza luce né telecamere

SAN NICOLA LA STRADA. A inizio ottocento mezza Europa istallò i primi impianti d’illuminazione. A suggerirlo, tra l’altro, fu la consapevolezza del fatto che il criminale opera molto meglio col favore delle tenebre. Dopo circa due secoli, in alcune zone, il concetto non è ancora stato recepito. Via Paul Harris a San Nicola la Strada ne è la riprova.

Il Sindaco e la videosorveglianza

La recente storia della videosorveglianza sannicolese è piùttosto travagliata. Per anni non è stata funzionante. Poi, venerdì 14 luglio 2017, il Sindaco Marotta, con una conferenza stampa, annunciava l’avvenuto ripristino e potenziamento del sistema di videosorveglianza cittadino. Da allora, di tanto in tanto, sul suo profilo Facebook saluta con giubilo le più gloriose imprese delle sue amate telecamere. La loro ultima esaltazione risale alle 13:41 di giovedì 26 settembre. In tale data denunciava un cittadino che da un paese limitrofo s’era recato in via Pacinotti per gettarvi dei sacchetti. L’uomo era stato beccato, identificato e multato grazie ad una delle telecamere istallate nel 2017. Dopo aver denunciato il fatto, il post del primo cittadino si concludeva rivendicando l’idea d’istallare telecamere in luoghi sensibili. Una rivendicazione ineccepibile. Poi, però, lunedì scorso, avviene un fatto che suscita più d’una perplessità.

Il compleanno rovinato

Il fatto è accaduto tra le 23:00 e le 23:30 di lunedì 30 settembre 2019. Una giovane sannicolese s’era recata in via Paul Harris per celebrare assieme alle amiche il suo compleanno. Quando queste si sono recate presso la vettura in cui avevano depositato i doni a lei riservati, però, l’hanno trovata con i vetri infranti. Aprendola hanno scoperto che i doni erano scomparsi e, con essi, la borsa della ragazza del genetliaco con all’interno portafogli, denaro e documenti.

Oltre la cronaca

Tornando al post del Sindaco di San Nicola la Strada, questo è un luogo più che sensibile. La strada, infatti, è illuminata solo per il primo tratto. Ciò, certamente, non per merito del comune. A donarle un po’ di luce, infatti, sono tre negozi: un concessionario di moto, un rivenditore di prodotti per il fitness ed un bar. Subito dopo i negozi, il buio si fa pesto. La strada, a dire il vero, è interamente attraversata da lampioni da tempo immemore non funzionanti. Ad esso s’aggiunge l’inveterata assenza di telecamere. Ciò fa di questa strada un luogo propizio all’azione dei malintenzionati.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.