• Dom. Set 26th, 2021

Parco della Memoria Storica, sarà necessario prenotarsi per le visite al Museo

I visitatori dovranno rigorosamente rispettare le norme anticontagio

SAN PIETRO INFINE – Riapre alle visite il Parco della Memoria Storica. La buona notizia arriva proprio nei giorni della commemorazione della “Giornata della Memoria” in ricordo delle vittime dell’Olocausto. Tra i luoghi principali dove il ricordo degli orrori della Seconda Guerra Mondiale rivive in preziose testimonianze è il Museo Parco della Memoria Storica di San Pietro Infine.

Come tutti i luoghi di cultura a causa delle restrizioni anti-contagio anche il Parco della Memoria Storica di San Pietro Infine è stato chiuso ai visitatori in tutti questi mesi. Finalmente da domani, 28 gennaio 2021, sarà nuovamente possibile visitare il Museo. Ad annunciarlo ufficialmente sono stati i responsabili del Sistema Museale di Terra di Lavoro.

Riaprono i musei in Terra di Lavoro

Grazie all’allentamento delle restrizioni volute dal Governo per i musei, finalmente importanti luoghi culturali potranno riprendere le loro attività in totale sicurezza rispettando e facendo applicare i protocolli sanitari e di sicurezza previsti dalle norme in vigore. Per accedere al Museo Parco della Memoria Storica di San Pietro Infine sarà necessario prenotarsi in anticipo.

Potranno prenotarsi massimo 6 persone per turno per il solo percorso museale e centro visite. Le visite potranno durare massimo 30 minuti. Gli ingressi sono previsti nei seguenti orari: 15.00 – 15.30 – 16.00 – 16.30 – 17.00. Il piccolo comune di San Pietro Infine, Medaglia d’Oro al Merito Civile, è divenuto simbolo dell’immane tragedia della seconda guerra mondiale e dell’occupazione nazifascista.

Il piccolo centro dell’Alto casertano infatti nel dicembre del 1943 fu triste palcoscenico dell’omonima battaglia che li svolse tra gli occupanti nazisti e le truppe alleate. Il piccolo centro si trovava lungo la cosiddetta “linea Reinhard ” organizzata dai nazisti che all’avanzata degli Alleati da Sud si ritiravano verso Cassino dove intanto si allestiva la “linea Gustav”.

Lo storico documentario The Battle of San Pietro di John Huston

Fu il primo scontro tra le due fazioni in guerra (il primo dove anche il Regio esercito italiano combatté per la prima volta insieme agli alleati) prima della famigerata battaglia di Montecassino. San Pietro Infine fu completamente rasa al suolo a causa dei bombardamenti e la popolazione, che intanto aveva cercato scampo ai bombardamenti rifugiandosi nelle cosiddette “grotte della valle” (grotte poi oggetto di studi che hanno svelato l’esistenza di un antichissimo centro abitato), subì feroci rappresaglie e rastrellamenti.

Quei terribili momenti sono stati immortalati nello storico documentario The Battle of San Pietro di John Huston. Qui Mario Monicelli nel 1959 girò alcune scene del suo celebre film “La grande Guerra”. Preziose e mirabili testimonianze sono dunque gelosamente custodite nel Parco della Memoria Storica affinché i visitatori possano comprendere pienamente cosa significarono gli orrori della guerra e dell’occupazione nazifascista.

La riapertura del Museo è dunque una notizia che riempie i cuori di gioia e di speranza. Solo con la cultura e la divulgazione dei motivi che portano alla follia di quei terribili eventi, soprattutto per le giovani generazioni, sarà possibile evitare che tali atrocità possano accadere di nuovo.

Il programma Superquark parla della distruzione di San Pietro Infine
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Vincenzo Mario

Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania. Vicedirettore e Redattore di V-news.it. In oltre 15 anni di professione vanta numerose collaborazioni con i principali quotidiani cartacei e online di Terra di Lavoro ed esperienze in emittenti televisive e radiofoniche. Tra le principali esperienze e collaborazioni spiccano: giornalista e fotoreporter per “Il Giornale di Caserta” e inviato per “TRM – TeleradioMatese” - Gruppo “Lunaset”, corrispondente e Redattore per la "Nuova Gazzetta di Caserta", giornalista per il mensile “Fresco di Stampa”, giornalista radiofonico e speaker, curatore del Notiziario campano per RCS – Radio Circuito Solare,