AmbienteAntica Terra di LavoroCronacaNews

San Prisco. Gestione di rifiuti non autorizzati: denunciate 9 persone. I dettagli e le foto

Blitz dei Carabinieri Forestali in località cementara

SAN PRISCO. Ennesimo scempio ambientale in provincia di Caserta, una terra già martoriata quotidianamente da reati sia piccoli che grandi nei confronti dell’ambiente circostante. E’ notizia di questa mattina che nella giornata di ieri, precisamente nel territorio del comune di San Prisco, i Carabinieri del locale Comando Stazione, che hanno agito insieme al personale della Stazione Carabinieri Forestale di Caserta e al personale del genio civile, a seguito di un controllo effettuato in quella zona, hanno deferito in stato di libertà 9 persone complessivamente, tutte della provincia di Caserta, ritenute responsabili di attività di gestione di rifiuti non autorizzati.

I dettagli

In particolare, come si apprende, i militari dell’Arma hanno accertato un’attività non autorizzata di riempimento e ripristino ambientale di una cava dismessa compresa su alcuni terreni in località cementara del comune di San Prisco ed avente una superficie complessiva di circa 30.000 mq. Un’area molto vasta, insomma.

Ad essere stati denunciati dai Carabinieri intervenuti sul luogo sono stati l’amministratore unico della ditta che stava eseguendo il riempimento ed il direttore dei lavori nonché le 7 persone co-proprietarie dei terreni costituenti l’area sulla quale sono stati rinvenuti circa 300 mc di rifiuti, costituiti da materiale di risulta proveniente da lavorazione edile quali calcinacci, inerti e piastrelle, sversati in un’area di circa 1.500 mq.

Contestualmente al deferimento in stato di libertà, i Carabinieri hanno proceduto anche alla sospensione cautelativa delle attività di riempimento e ripristino ambientale nonché al sequestro dell’area interessata dallo sversamento illecito di rifiuti. 

Le foto

Carabinieri Forestali

I Carabinieri Forestali è una struttura dell’Arma dei Carabinieri, istituita il 25 ottobre 2016 come “Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare” (ai sensi del decreto legislativo n.177/2016 “Disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di Polizia e assorbimento del Corpo Forestale dello Stato“, entrato in vigore il 13 settembre 2016). L’assorbimento di funzioni e personale del Corpo forestale dello Stato si è concluso il 31 dicembre 2016, con lo scioglimento del corpo. Il comando unità è specializzato in materia di “tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare”. Viene articolato in quattro comandi: tutela forestale, tutela ambiente, tutela agroalimentare e tutela della biodiversità e dei parchi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.