• Lun. Ott 25th, 2021

San Tammaro. Stipulato accordo per il rilancio della Reggia di Carditello, Franceschini: “Diventerà luogo di riferimento internazionale”

DiThomas Scalera

Ago 4, 2015
accordo_carditello
L’accordo di ieri

SAN TAMMARO. Ieri pomeriggio, il Presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca, insieme al Ministro dei beni e delle attività culturali Dario Franceschini, al Prefetto di Caserta Arturo De Felice e al Sindaco di San Tammaro (Caserta) Emiddio Cimmino – è stato stipulato un accordo di valorizzazione della Reggia di ‪‎Carditello‬ che intende dare vita, attraverso una fondazione di partecipazione, a un percorso turistico-culturale integrato tra le residenze borboniche della provincia di Caserta. “Insieme al tessuto associativo e civile del territorio – ha spiegato De Luca – vogliamo sottrarre spazi alla criminalità e al degrado per restituirli ai cittadini, ai turisti e allo sviluppo economico”.
“L’accordo per il rilancio della Reggia di Carditello, in provincia di Caserta, ha un’importanza non solo simbolica ma anche operativa. Il Mezzogiorno, e lo dimostra anche il progetto presentato per Pompei, ha le più alte potenzialità di crescita e la Campania si conferma come la regione più bella del Mondo”. Lo ha detto il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini durante la cerimonia, tenutasi all’auditorium di San Tammaro, per la firma dell’accordo per la valorizzazione dell’ex fattoria borbonica creata nel 1887 dall’architetto Francesco Collecini, allievo del Vanvitelli.
Franceschini ha definito “intollerabili” le minacce fatte all’ex ministro Massimo Bray, sotto scorta da un anno, che ha trovato sabato scorso, durante una visita alla Reggia di Carditello, una lettera con minacce. “E’ stato Bray – ha ricordato Franceschini – a impegnarsi fortemente per l’acquisizione della Reggia di Carditello da parte dello Stato, e ora lo Stato proseguirà sulla strada tracciata da Bray”.

Fonte: Casertanews.it

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru