Antica Terra di LavoroCronacaNews

Santa Maria A Vico. La città piange Giandomenico Piscitelli

Il ragazzo è morto sul colpo

Brutto incidente automobilistico sulla Tangenziale Bresciana

SANTA MARIA A VICO. Giandomenico Piscitelli morto nel drammatico incidente lungo la Tangenziale
Addio Giandomenico: nel groviglio di lamiere trovata anche la sua inseparabile bandana
Il 25enne lavorava tra il Garda ed il Trentino: martedì l’impatto fatale. Era originario di Santa Maria a Vico Giandomenico Piscitelli, il 25enne morto martedì mentre si stava recando a lavoro a San Martino della Battaglia (provincia di Brescia). Da tempo lavorava tra il Garda e il Trentino: in servizio in cucina al Lefay Resort di Gargnano e allo Spinale Hotel di Madonna di Campiglio. Come riporta BresciaToday, il ragazzo è morto sul colpo, dopo aver centrato in pieno un camion rimorchio a causa di un improvviso malore. La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Lo schianto è avvenuto intorno alle 11, a poche decine di metri dall’uscita per San Martino e Lugana: Piscitelli viaggiava in direzione Verona a bordo della sua Lancia Ypsilon, quando improvvisamente ha sbandato e ha perso il controllo del mezzo. La vettura ha invaso la corsia opposta di marcia proprio quando sopraggiungeva un camion con trasporto eccezionale (da 100 tonnellate totali di peso, di cui 75 di carico) della Sider Service Center di Longhena, diretto nella Bassa dopo aver caricato delle lastre d’acciaio dalla Nlmk di Verona. Il camionista, un 38enne residente sul lago d’Iseo, ha sterzato tutto a sinistra per cercare di evitare o almeno limitare l’impatto. Ma non c’è stato niente da fare: Piscitelli, forse già privo di sensi, non ha provato né a svoltare né a frenare. La sua auto ha centrato in pieno il mezzo pesante, sul fianco destro, e lui è rimasto incastrato nell’abitacolo, schiacciato dal peso del camion che nel frattempo è finito fuori strada, in un campo, dopo aver sfondato il guard-rail. A terra, nel groviglio di lamiere, è stata avvistata anche la sua inseparabile bandana: era come un simbolo per lui, il portafortuna che portava sempre con sé.
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
1
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Rispondi