• Lun. Ott 25th, 2021

Santa Maria Capua Vetere. Cantiere dei rifiuti ed elenco del personale, la vicenda assume contorni inquietanti

DiThomas Scalera

Feb 18, 2017

SANTA MARIA CAPUA VETERE. L’articolo 17 dello Statuto dei Lavoratori, vieta espressamente i sindacati di comodo, è forse il caso di verificare se l’atteggiamento della FPCGIL rientra tra quelli vietati? Quanto riscontrato dalla FLAICA CUB nell’elenco del personale trasmesso dalla società DHI S.p.a. relativo al cantiere r.s.u. del Comune di S. Maria C.V. assume contorni davvero inquietanti. Assurdo! Mentre da una parte si chiede ai lavoratori ulteriori sforzi a causa dell’aumento di orario di lavoro settimanale a parità di salario, dall’altra vengono favorite promozione in favore di rappresentanti sindacali, in questo caso la R.S.A. della FPCGIL, al quale l’azienda, ignorando tutte le altre figure professionali presenti nella dotazione organica del cantiere e regolarmente in possesso dei requisiti per assumere l’incarico di coordinatore, ha stranamente affidato il coordinamento dei servizi di raccolta e spazzamento. La mansione compare anche nel suddetto documento. Una triste conferma di quanto rappresentato dalla FLAICA CUB nel mese di luglio del 2016 che ha fatto scattare l’immediata segnalazione al Comune e la richiesta di rettifica del documento preavvisando altresì la denuncia alle autorità preposte. Premesso questo, è doveroso precisare che la FLAICA CUB, contraria a queste operazioni di sponsorizzazioni, è impegnata a recuperare il NULLA fatto dai sindacati che ci hanno preceduto e che ancora oggi si affannano ad accaparrarsi consensi con subdole promesse, mentre la FLAICA CUB tenta anche di migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti i quali continuano ad operare in violazione delle normative dettate dal D.lgs. 81/08 e ss.mm.ii., emarginando diritti fondamentali dei lavoratori e in special modo quelli con particolari patologie che prevedono la limitazione al lavoro. Come del resto NULLA è stato fatto per adeguare aumenti parametrali e scatti di anzianità, per non parlare dei reiterati, oramai consueti, ritardi nel pagamento delle retribuzioni. Tutto questo mentre la DHI S.P.A. sta provvedendo ad inventarsi nuove figure professionali, magari per premiare (il dubbio è più che legittimo), pseudo sindacalisti compiacenti o personaggi a loro vicini, nonostante siano già presenti in azienda previsti per il coordinamento di attività. La nostra domanda pone un interrogativo ben chiaro: Questo sindacato si sta prodigando per gli interessi dei lavoratori o sta pensando più semplicemente a fare sponda ad un modus operandi delle aziende che con la loro azione stanno generando un aumento i costi dei relativi appalti con promozioni ingiustificate (Vedi S. Maria C.V. e Capua) e assunzioni di nuovo personale (Vedi Marcianise)? Se questo è il metodo…. Per ricevere miglioramenti economici, nonostante la grave crisi aziendale; Se questo sistema scarta il principio dell’uguaglianza e della meritocrazia, NOI ci opponiamo decisamente! No al predicare bene e razzolare male.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru