Antica Terra di LavoroCoronavirusCronacaNewsSanta Maria Capua Vetere

Santa Maria Capua Vetere. Momenti di terrore, agenti penitenziari minacciati con olio bollente da detenuti

Stop della rivolta intorno alla mezzanotte

Proteste in altri istituti penitenziari

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Hanno minacciato con l’olio bollente chiunque si avvicinasse, i circa 150 detenuti di tre sezioni del reparto Nilo del carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), che ieri, dalle 20,30 alla mezzanotte, hanno tenuto in apprensione le forze di polizia penitenziaria presenti nell’istituto e quelle dell’ordine all’esterno. I tumulti dopo la diffusione della notizia, confermata dal garante per i detenuti, di un caso di positività al coronavirus. Le proteste nelle carceri campane sono iniziate ieri mattina, con la “battitura” delle sbarre, nell’istituto penitenziario di Napoli Secondigliano: anche lì è stato segnalato un presunto caso di positività riguardante un soggetto asmatico il quale, secondo quanto poi reso noto dall’amministrazione penitenziaria, già in serata non aveva piu’ la febbre. “Battitura” delle inferriate anche ad Ariano Irpino, nell’Avellinese, una delle “zone rosse” decretate dalla Regione Campania nell’ambito dei provvedimenti emessi per contenere la pandemia da covid-19.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.