Comunicati Stampa

Scuola, abilitati Romania: interrogazione sull’abuso del Miur

EVENTI IN EVIDENZA

Comunicato stampa dell’Associazione Consulenza Scuola

L’Associazione Consulenza Scuola comunica che in data 7 maggio 2019, come atto di denuncia e richiesta di chiarimenti e soluzioni per i gravi abusi commessi dal Miur, vi è stata l’Interrogazione Parlamentare con richiesta di risposta scritta nei confronti del Ministro Bussetti, a favore degli  abilitati all’insegnamento in Romania, proposta dall’ On. Alessandro Cattaneo , sostenuto dalla consulenza tecnica dell’Avv. Paolo Zinzi e della collaborazione del Professor di Diritto Internazionale Giancarlo Scalese, alla luce della Nomina del Commissario ad acta con Ordinanza n°805/2019 che non ha ottemperato seppur nominato in funzione del Miur per tale situazione, della violazione delle norme sul procedimento di cui alla Direttiva Europea n° 36/2005, rigettando con una semplice nota in toto, senza vagliare le singole posizioni, senza verificare la sussistenza dei requisiti minimi così come voluto dall’articolo 45 del trattato fondativo dell’UE e il diritto alla libera circolazione , dati dimostrati ampiamente con prove documentali inequivocabili  consegnate al Commissario ad Actae mai vagliate ed infine il gravissimo danno inflitto ai docenti italiani abilitati in Romania che su volontà dello stesso Miur, prima sono stati ritenuti idonei a partecipare al concorso Docenti D.D.G. 85/2018, superando la procedura Concorsuale ed entrando nelle relative graduatorie di merito ed ora esclusi dalle medesime graduatorie nonostante siano in possesso di valida documentazione spendibile in tutta Europa  che li dichiara docenti abilitati a pieno titolo.

Associazione Consulenza Scuola

Leggi anche:

Napoli. Noemi cosciente e arresto del killer, Caso (M5S): “Grazie ai medici del Santobono e alle forze dell’ordine”

San Felice a Cancello. Enza Cimmino (Ricominciare): “Convinta del progetto politico di Giovanni Ferrara”

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.