• Mer. Ott 20th, 2021

Scuole occupate, Sinistra Italiana dalla parte degli studenti: “richieste da accogliere”

Diaveneruso

Gen 17, 2017

In merito all’agitazione studentesca che sta interessando la Provincia di Caserta, diversi istituti sono stati occupati dagli studenti che chiedono l’intervento delle istituzioni in merito al dissesto economico della Provincia che mette a rischio i fondi delle scuole. Sul caso è intervenuta anche Raffaella Casciello di Sinistra Italiana con una nota di solidarietà ai giovani attivisti.

“Gli studenti e le studentesse hanno dichiarato lo stato di agitazione permanente. La polizia in queste ore li sta identificando perché hanno denunciato l’assenza dei fondi necessari alla manutenzione. Sono costretti ad andare a scuola senza la garanzia di avere le aule riscaldate. Tutto questo accade a pochi giorni dalla discussione sulle deleghe della buona scuola. Il governo nazionale e la Regione fanno spallucce sulle questioni che riguardano la vita quotidiana degli studenti e delle studentesse e di tutti coloro vivono gli ambienti scolastici.

Siamo affianco e dalla parte degli studenti che in queste ore stanno conducendo una battaglia di dignità:la dignità della scuola pubblica di questo paese. La vera buona scuola sono loro.

È per questo che chiediamo che vengano ascoltate le loro richieste: la risoluzione immediata del problema che sta vessando gli istituti e di essere ricevuti in delegazione dall’ente regionale e da quello governativo per approvare subito l’emendamento “Salva Caserta” con l’esenzione dal pagare il contributo sose e per lo stanziamento della somma necessaria a provvedere alle spese di manutenzione (scadenza del contratto quinquennale per l’elettricità e per il gas) e per avere le scuole a norma (120.000.000 di euro)visto il dissesto della provincia e il bilancio a 0,0 euro.”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.