campaniaCronacaNapoliNews

Sequestrate oltre 315 tonnellate di cereali: ecco dove e perchè

Una persona è stata denunciata

Nei giorni scorsi, i Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Salerno, nelle province di Napoli ed Avellino, in collaborazione con personale della locale A.S.L., a seguito di ispezioni straordinarie presso depositi di ditte operanti nel commercio all’ingrosso di prodotti cerealicoli, hanno sequestrato:

  • 310 tonnellate di grano, orzo e avena, risultati stoccati all’interno di una struttura priva di registrazione sanitaria. Contestualmente è stato disposto il divieto di commercializzazione dei prodotti, aventi un valore complessivo di oltre 77.500 euro, e diffidato il titolare dell’azienda ad adempiere alle disposizioni normative di settore per lo stoccaggio di prodotti cerealicoli;
  • 207 sacchi da 25 kg di farina di grano tenero, per un totale di 5.175 kg, poiché etichettati con loghi contraffatti che richiamavano una nota marca di settore e diciture evocanti falsamente l’origine italiana della materia prima. Denunciato il titolare del deposito per contraffazione di marchi distintivi di prodotti industriali (art.473 c.p.).

Comando carabinieri per la tutela agroalimentare

Il Comando Carabinieri per la tutela agroalimentare è un reparto dell’Arma dei carabinieri, che opera nel settore dell’agricoltura e della pesca. Nasce nel febbraio 2018 per riconfigurazione del “Comando carabinieri politiche agricole e alimentari”.

Opera su tutto il territorio nazionale e, se necessario, anche all’estero nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge. Il Comando, ferma restando la sottoposizione gerarchica al Ministero della difesa – Arma dei Carabinieri, segue le direttive del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ai sensi del D.M. 2 dicembre 1997, sotto cui è posto in dipendenza funzionale. Dal 2017 è inquadrato nel Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare.

Il Comando svolge controlli straordinari su: erogazione e percepimento degli aiuti comunitari nel settore agroalimentare, della pesca e della acquacoltura; operazioni di ritiro e vendita di prodotti agroalimentari, ivi compresi gli aiuti a Paesi in via di sviluppo e indigenti. Svolge inoltre controlli specifici sulla regolare applicazione dei regolamenti comunitari e concorre nell’attività di prevenzione e repressione delle frodi nel settore agroalimentare. Nello svolgimento di vari compiti, il reparto può effettuare accessi e ispezioni avvalendosi dei poteri previsti dalle norme vigenti per l’esercizio delle proprie attività istituzionali.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.