Mer. Set 18th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Sessa Aurunca. Bufera sul San Rocco, la politica apre l’ombrello del silenzio. Il caso

3 min read

PIU’ CURA PER IL SAN ROCCO. Un cartello con su scritto tale frase in piena campagna elettorale ha dato i suoi frutti, visto l’ascesa di Silvio Sasso come primo cittadino di Sessa Aurunca. A distanza di un anno e mezzo però, riecheggia un silenzio “amministrativo” strano attorno a tale struttura. Perché? Ma prima, cerchiamo di procedere con ordine. Sulla stampa nei giorni scorsi si è scatenata una vera e propria battaglia a colpi di interviste. Il polverone iniziale è stato issato dal duro attacco dei Cinque Primari del nosocomio aurunco. Il bersaglio? Semplice: Il Dottor Giovanni Lettieri direttore sanitario della struttura. L’accusa è dura: “ Fa annunci alla stampa di servizi offerti, ma che in concreto non sono garantiti”. Uno scontro frontale tra chi lavora e chi gestisce. Dall’alto verso il basso. I servizi, oggetto della “diatriba”, posti sotto la lente d’ingrandimento sono: – Otto posti O.B.I ( osservazione breve intensiva);  – L’imminente apertura dei servizi di Tilt Test ( studio per le cause di sincope); – Numero eccessivo di 15 infermieri presenti in direzione sanitaria; – La situazione precaria al reparto di medicina; – Carenza di dirigenti medici e tecnici di radiologia;  Dal canto suo, Lettieri è riuscito a parare i colpi affermando: “Vogliono delegittimare l’Ospedale San Rocco”. Inoltre, come il suo ruolo richiede, ha provveduto a rassicurare tutti chiarendo che molti dei servizi in questione già sono fruibili.  Ad infittire la situazione del direttore sanitario del nosocomio però, ci ha pensato il Segretario Generale della Cisl-FP di Caserta Nicola Cristiani inviando una nota al Segretario generale dell’Asl CE 2, in cui si invita a “Pubblicare la graduatoria degli idonei dell’esito dell’avviso interno per la sostituzione dei direttori santari”. Cristiani inoltre rincalza la dose, e alza il tiro “doverosa è la pubblicazione del bando di avviso espletato di cui l’esito con la relativa pubblicazione degli idonei resta inspiegabilmente bloccato”. Accuse e sospetti che piovono pesanti sulla figura del dott. Lettieri. La domanda a questo punto sorge spontanea. Per quale motivo è stata scelta la suddetta persona per ricoprire tale incarico? Se, “Lettieri occupa un incarico senza averne i requisiti” come ha affermato il Segretario della Cisl, con quale criterio è stata fatta la scelta? Domande del tutto lecite, visto che si sta parlando di salute pubblica. In questo caos “gestionale”, il mutismo della politica fa la voce grossa. Il Sindaco ha preferito non esprimersi ancora a riguardo, e dalla politica regionale arrivano zero risposte. Che questa sia l’ennesima “questione politica” lo si era capito da un pezzo. Solo, che il tutto non può essere riconducibile solo ed esclusivamente alla politica, perché qui c’è di mezzo la salute pubblica, e certe “diatribe” sono difficili da capire. Ad alzare la voce, come sempre, è stato il gruppo politico “Angelo Vassallo”, sempre attento alle problematiche sociali affermando: “Non possiamo accettare che l’ipotesi di una gestione clientelare possa determinare gravi carenza in reparti che hanno sempre rappresentato un’eccellenza dell’Ospedale”. Inoltre hanno puntato il dito contro il consigliere regionale l’Onorevole Gennaro Oliviero, stigmatizzando la totale e ingiustificata assenza riguardo tale argomento. L’altro affondo, stavolta rivolto direttamente al Primo Cittadino, lo ha fatto il Consigliere del gruppo di minoranza di Generazione Aurunca Alberto Verrengia, che dalle colonne del suo profilo Facebook tuona così: “Se uomini politici locali con forti interessi in strutture sanitarie private giustamente tacciono…Lei Sindaco, dov’è?” Anche qui, ovviamente zero risposte “amministrative”. La situazione, come visto, appare abbastanza intricata, e l’ombra della bufera sembra non essersi allontanata, anzi, si prevedono nuvoloni scuri all’orizzonte. Il tutto come sempre, a discapito del popolo. Ai posteri l’ardua sentenza.

 

LEGGI ANCHE:

Sessa Aurunca/Pratella. Si allontana dall’ospedale e fa perdere le proprie tracce: scattano le ricerche

Sessa Aurunca. Elezioni amministrative, pronta la lista ‘Sessa nel cuore’

Open