• Mar. Ott 19th, 2021

Sessa Aurunca. Consiglio Comunale ancora una volta rimandato. La politica del "nascondino" danneggia solo i cittadini

DiThomas Scalera

Feb 22, 2017

SESSA AURUNCA. Acque “agitatissime” all’interno del “Salone dei Quadri” di Sessa Aurunca. Una crisi politica irreversibile, che forse ha toccato il punto più in basso nella serata di ieri, quando ancora una volta non si è potuto svolgere l’ennesimo consiglio comunale. Il motivo? Era assente più della metà dei membri del consiglio.
Un altro schiaffo alla popolazione che da mesi attende risposte concrete, che non siano legate alla vita social degli addetti ai lavori, situazione questa ai limiti del normale,  visto che proprio il Primo cittadino il giorno 20 febbraio (antecedente quindi  alla data del  consiglio)  sulla sua pagina legittimava l’importanza del consiglio comunale che doveva essere svolto nella giornata di ieri. “Il consiglio comunale di domani sarà importante. Molto probabilmente spegnerà l’Amministrazione per “fuoco amico”. Per parte mia, nell’esclusivo interesse della città e del territorio, ho fatto tutto il possibile ed ho la coscienza a posto. Ribadisco: Si ad accordi politici condivisibili (che si erano anche trovati) NO ai ricatti. Stasera ultima assemblea del PD cittadino che sancirà la definitiva incompatibilità con il PD e il Centrosinistra di tutti quelli che voteranno la sfiducia”.
Parole queste che non combaciano con la realtà dei fatti.  Oltre al Sindaco, infatti, erano assenti i consiglieri: RICCARDO ZANNINI, LUCIANO DI MEO, MARTINA DI MEO, LORENZO FUSCO, CIRO MARCIGLIANO, CARLO LOFFREDO, LUCA SCIARRETTA,  venendo  meno a quelli che erano i buoni propositi  declamati il giorno prima.
Ricordiamo che il primo cittadino il giorno 8 febbraio annunciava sempre tramite facebook ( divenuto l’unico mezzo possibile per ricevere notizie  di quest’ultimo) le sue dimissioni (con possibilità di revoca entro venti giorni).  Inoltre, il giorno seguente, al consiglio comunale venne presentata la mozione di sfiducia da parte di alcuni membri ( cosiddetti “dissidenti”) della maggioranza ( Maria Teresa Sasso, Mimmo Bevellino, Massimo Schiavone, Ida Zuccheroso, Basilio Vernile) a cui si è aggiunto Emilio Pecunioso (consigliere di minoranza) per un motivo più tecnico che politico  ( la mozione di sfiducia deve essere firmata dai due terzi dei componenti dell’assise). Ieri l’assenza di Sasso ha disorientato (o forse credeva di farlo) un po’ tutti, visto che ci si aspettava la presenza del Sindaco dimissionario che aveva la possibilità di essere sfiduciato  e di deporre così le “armi” e per prepararsi ad una futura ricandidatura.
Alle ore 18:40 termina un consiglio comunale DESERTO” così ha concluso il Presidente del Consiglio F.F. MASSIMO SCHIAVONE, con la mozione di sfiducia che non è stata possibile votare per la mancanza del numero legale dei consiglieri ( deve essere la metà più uno, mentre ieri ne erano presenti “fatalmente” OTTO).
Non si è affatto assopita quindi  la crisi politica Sessana, che combacia con una crisi interna del PD anche a livello nazionale. SCISSIONI, SFIDUCIA tutte parole che ormai la gente è stufa di sentire, ma che alimentano un fuoco che stenta a spegnersi. E’ arrivato il momento di una chiara e netta presa di responsabilità da parte di chi è partecipe della vita politica, perché anche scegliere di non scegliere è una scelta. La cittadinanza non può, e non deve, “elemosinare” parole dal web, ma attende di sapere e di essere chiarita su alcuni punti che lo stesso Sindaco più volte ha citato. Sessa Aurunca ha bisogno di sapere i “ricatti” a cui si fanno più volte riferimento, ha bisogno di chiarezza tra verbo e azione ( un Sindaco Dimissionario che non si presenta alla propria sfiducia), ha bisogno delle parole vive e non delle lettere di uno strumento informatico.
Aspettiamoci altri colpi di scena prima del ventotto ( ultimo giorno utile per ritirare le dimissioni), in una situazione ai limiti del paradossale, sperando che il “DESERTO” di questi giorni lasci spazio ad una nuova primavera fiorente per tutto il Territorio Aurunco.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru