• Dom. Ott 24th, 2021

Sessa Aurunca. Discarica 'La Selva', stamattina il sopralluogo della III Commissione

DiThomas Scalera

Set 7, 2016

1952386_zinzisessaaurunca.jpg.pagespeed.ce.MYZBnQjZdZ
SESSA AURUNCA. Questa mattina la III Commissione speciale ‘Terra dei Fuochi, bonifiche, ecomafie’ del Consiglio regionale della Campania ha effettuato un sopralluogo alla discarica ‘La Selva’, a Sessa Aurunca (Caserta).
Al sopralluogo, si legge in una nota, hanno preso parte il presidente della III Commissione, Gianpiero Zinzi, i consiglieri regionali Francesco Emilio Borrelli e Vincenzo Viglione; il sindaco di Sessa Aurunca, Silvio Sasso; il consigliere comunale Alberto Verrengia; Patrizia Reale e Francesco Del Piano, rispettivamente dirigente e funzionario Arpac; il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo; la responsabile del circolo Legambiente di Sessa Aurunca, Giulia Casella e la Protezione civile. Assente la Giunta regionale.
“Abbiamo risposto nella maniera più rapida possibile – ha sottolineato il presidente della III Commissione speciale, Gianpiero Zinzi – alle sollecitazioni provenienti dalle associazioni e dal consigliere comunale Verrengia. In sinergia con Legambiente abbiamo effettuato il sopralluogo ed abbiamo immediatamente chiesto ad Arpac di effettuare ulteriori indagini, al termine delle quali convocheremo un’audizione in III Commissione speciale per sollecitare la Giunta regionale e l’assessore regionale all’Ambiente Bonavitacola ad affrontare in maniera decisa questa vera e propria emergenza”.
“La discarica ‘La Selva’ è una ferita ancora aperta del nostro territorio – ha spiegato Giulia Casella, responsabile del circolo Legambiente di Sessa Aurunca e memoria storica delle vicende ambientali locali – sulla quale ci sono ancora diversi punti interrogativi. Negli anni abbiamo assistito a passerelle politiche e promesse, con questa iniziativa confidiamo in una svolta”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru