Lun. Mag 25th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Sessa Aurunca. Generazione Aurunca risponde al Primo Cittadino sulla diatriba in rete.

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

La misura è ormai colma. Mi trovo costretto a fare questo comunicato

a causa delle recenti e sempre più frequenti offese del nostro primo cittadino, che per la legge, lo ricordiamo, è sindaco di TUTTI, non solo dei suoi elettori), non solo al gruppo di Generazione Aurunca che rappresento, e al consigliere Alberto Verrengia, ma, ormai, a chiunque “osi” chiedere legittime spiegazioni su un qualsivoglia disservizio comunale!
Il sindaco continua ad additare i propri concittadini con termini quali “falliti”, “insoddisfatti”, alludendo a “contenziosi con il comune” o “questioni di interesse privato”.
Sindaco, esigiamo rispetto! Sia nei confronti di Generazione Aurunca, movimento politico e forza consiliare, sia, soprattutto, nei confronti dei cittadini che segnalano (anche attraverso la nostra pagina) i numerosi disservizi che vivono ogni giorno sulla propria pelle: “monitorare” quanti sostengono una forza politica
avversa è linguaggio di altri tempi, per fortuna passati, e non si addice ad uno stato democratico e ad un rappresentante delle istituzioni. Mi auguro che i gruppi consiliari adottino i provvedimenti più opportuni per portare all’attenzione del Consiglio Comunale questi gravi episodi”.

Questo il comunicato stampa del Presidente di Generazione Aurunca, avv. Giuseppe Ardone, che ha successivamente invitato le parti al dialogo serio e costruttivo, evitando diatribe, querele ed offese.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close