• Ven. Ott 22nd, 2021

Sessa Aurunca. “Giorno della Memoria”, venerdì 27 gennaio la celebrazione a Cascano

DiThomas Scalera

Gen 23, 2017

SESSA AURUNCA. La Pro Loco Cascano Gallicanum, venerdì 27 gennaio 2017, celebrerà il “Giorno della Memoria” presso l’oratorio parrocchiale “Don Tonino Bello” in Cascano. A partire dalle ore 18:30, ci si fermerà a riflettere su uno degli orrori del secolo scorso: la Shoah. La serata vedrà gli approfondimenti di illustri relatori su svariati argomenti. Le ragioni storiche dello sterminio degli Ebrei, e non solo, sarà l’argomento di cui parlerà il prof. Filippo Ianniello, docente di Storia e Filosofia. Tanta letteratura, lacerante cronaca e testimonianza della vita nei Lager, è nata dopo la Shoah. Primo Levi sarà, dunque, l’argomento di analisi del Prof. Carmine Brasile, docente in pensione di letteratura italiana. Alla dott.ssa Ida Anna Distinto, psichiatra infantile, il compito di esporre le problematiche fisiche e psicologiche a cui sono andati incontro i deportati sopravvissuti ai campi di concentramento. L’Olocausto e i crimini compiuti durante il secondo conflitto mondiale scuotono ancora le coscienze e muovono il bisogno di narrare e testimoniare ciò che non deve più accadere. La testimonianza visiva di quei luoghi in cui l’uomo ha ucciso un altro uomo è importante quanto il racconto scritto. Così attraverso il reportage fotografico realizzato ad Aushwitz da Antonio Manno si potrà vivere un percorso per immagini di un inferno in terra. Modera l’evento il Prof. Giovanni Marino.
Programma:
Prof. Filippo Ianniello
Le ragioni storiche di un genocidio

Prof. Carmine Brasile
Primo Levi: una lacerante testimonianza dal Lager

Dott.ssa Ida Anna Distinto
Aspetti medico-psicologici dei sopravvissuti ai Lager

Fotografo Antonio Manno
Reportage fotografico sui Campi di Concentramento

Oratorio Parrocchiale “Don Tonino Bello”
Cascano di Sessa Aurunca – ore 18:30

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru