• Gio. Ott 28th, 2021

Sessa Aurunca. Il Polo diocesano promuove due incontri sulla legalità

DiThomas Scalera

Dic 11, 2015

Insiemeweb-00001

SESSA AURUNCA. Il Polo diocesano della legalità di Sessa Aurunca, il comitato Don Peppe Diana, il Coordinamento provinciale Libera di Caserta e la delegazione Alto casertano della Federazione Antiracket italiana promuovono per martedì 15 e giovedì 17 dicembre prossimi due incontri di sensibilizzazione alla legalità e di lettura degli ultimi avvenimenti accaduti. Gli appuntamenti, entrambi alle ore 15:00 (il primo presso il Centro diocesano Santi Casto e Secondino di Sessa Aurunca e il secondo all’oratorio parrocchiale della chiesa di Santa Lucia di Cellole), saranno occasione di incontro delle forze sociali ed economiche del territorio, che negli ultimi tempi sono stati avversati da fenomeni criminali, quali il racket e l’intimidazione, come testimoniano le recenti cronache giudiziarie e giornalistiche. Gli appuntamenti saranno introdotti da Don Lorenzo Langella, vicario episcopale per la legalità della Diocesi di Sessa Aurunca e responsabile del relativo Polo con sede a Cellole, a cui seguiranno gli interventi di Gianni Solino, referente del coordinamento provinciale Libera di Caserta, di Tina Cioffo, del comitato Don Peppe Diana, e di Costantino Zoglio, responsabile Federazione Antiracket italiana per l’alto casertano. Il vescovo di Sessa Aurunca, monsignor Orazio Francesco Piazza, concluderà gli interventi a cui seguiranno delle fasi di dialogo e dibattito con i protagonisti sociali ed economici del territorio aurunco.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru