• Mar. Mag 17th, 2022

La città di Sessa Aurunca piange la prematura scomparsa di Tommaso Librace

SESSA AURUNCA (di Genesio Tortolano). La città di Sessa Aurunca, unitamente al mondo del calcio e non solo, piangono la prematura scomparsa, all’età di 65 anni di Tommaso Librace, un galantuomo e gentiluomo di altri tempi che nel suo percorso terreno ha lasciato un seme prezioso ed un’improntata sia sotto il profilo umano nel proprio contesto familiare e professionale, che nell’universo del sociale. Il popolo sessano e i tanti amici che frequentava con la sua proverbiale umiltà, simpatia e schiettezza e con i quali aveva condiviso momenti importanti oltre che goliardici, incastonati nel percorso terreno lo ricordano con affetto e stima. Tutti si sono uniti ai suoi congiunti nel piangerlo. Ieri mattina, presso la Chiesa di Sant’Eustachio, meglio conosciuta dai cittadini aurunci come quella dell’Annunziata, alle ore 10,30, si sono celebrate le esequie, nelle quali una folla commossa gli ha riservato l’ultimo saluto. Erano presenti, oltre alla sua splendida famiglia, composta dall’anziana madre Filomena, dal fratello Gaetano, dall’amorevole moglie Antonietta e dai figli Angelo e Mena, stimati professionisti al pari di altri familiari stretti che insieme ai tanti amici che ne hanno apprezzato le qualità umane oltre che professionali. Era un amico,  buono onesto, sempre disponibile verso tutti arguto e avvezzo anche alle battute, poichè dotato di una spiccata ironia. Grazie ai suoi insegnamenti ha lasciato un’importante traccia nel tortuoso sentiero chiamata vita. Consentitemi un ricordo personale essendone stato amico al quale mi legava un grande affatto e stima ricambiati tanto da considerarlo un fratello maggiore. Entrando nello specifico dei ricordi calcistici che lo legano indissolubilmente alla sua città natia Sessa Aurunca e particolarmente al mondo del  calcio e alla Sessana e ai suoi amati colori gialloblù che ha conosciuto prima in veste di tifoso e successivamente in qualità di apprezzato dirigente del sodalizio che egli amava tanto in maniera viscerale come una seconda pelle tatuata sul cuore. Il ruolo nello staff dirigenziale per la cronaca lo ha ricoperto in diversi periodi della storia del club  gialloblù. Sono infiniti i valori civili umani e morali geneticamente trasmessi ai propri accanto a questi compare l’amore e la passione per questo magnifico sport  quale  è il calcio ereditata dal, figlio primogenito Angelo Librace, stimato avvocato, una staffetta, un testamento spirituale indirizzato verso i colori della propria città ed in particolare della sua squadra del cuore, la Sessana. L’attuale dirigenza come tutti gli sportivi lo hanno ricordato e conserveranno nello scrigno del loro cuore un ricordo indelebile. Voglio concludere con un arrivederci Tommaso amico mio, che ti sia lieve la terra. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale

Rispondi