Lun. Set 23rd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Sessa Aurunca. La giornata della memoria per non dimenticare, il ricordo nella scuola

3 min read

 

La giornata della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come data per commemorare le vittime dell’Olocausto secondo quanto deciso nel Gennaio 2005 durante una riunione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in occasione della celebrazione del sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto.  Si è così stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio, perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz. La scoperta del campo di concentramento di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti mostrarono per la prima volta a tutto il mondo l’orrore del genocidio nazifascista. Il giorno della memoria si celebra per ricordare tutte le vittime che hanno vissuto quest’orrore feroce della mano nazista e spesso, in queste giornate, nelle scuole vengono proiettati film al riguardo, si organizzano convegni e dibattiti per approfondire le conoscenze degli studenti al riguardo e prendere consapevolezza della tragedia della Shoah . Il presidente Mattarella ha avuto nei giorni scorsi parole durissime in merito alle colpe del fascismo per le leggi razziali e le persecuzioni degli ebrei nel 1938, lui stesso ha dichiarato che fu “un regime che non ebbe alcun merito, e nel quale la caccia agli ebrei non fu affatto una deviazione ma fu insita stessa alla natura violenta e intollerante di quel sistema”. Il presidente della Repubblica ha esortato soprattutto a stare attenti sui pericoli attuali della nostra società odierna, perchè se la Costituzione nacque affermando dei principi del tutto opposti al regime allora dominante, è pur vero che, ad oggi, i fantasmi del razzismo e della guerra restano comunque attuali e vanno combattuti con tutti i mezzi che la società possiede oggi. Iniziando sempre dalla scuola, dalla conoscenza e dalla società stessa.

A tal proposito a Sessa Aurunca si è tenuta questa mattina presso l’Istituto ISSIS “Taddeo da Sessa” la manifestazione “Giorno della Memoria, per non dimenticare” in occasione della giornata della memoria, alla quale hanno partecipato il dirigente scolastico, la prof.ssa Giuseppina Zannini, il sindaco della città, dott. Silvio Sasso, il dott. Rosario Ago, presidente della Pro Loco, il sig. Marcello di Stasio, presidente A.N.M.I.G. di Sessa Aurunca e  il sig. Carlo D’Onofrio presidente A.N.C.R. di Sessa Aurunca. Gli studenti, nel corso del dibattito, hanno interagito con il docente di Scienze Politiche dell’Università del Molise il prof. Giovanni Cerchia, purtroppo assente padre Jonas Yav Madich, padre salesiano e missionario in Congo, che doveva partecipare al convegno, ma che nei prossimi giorni pare visiterà  ugualmente l’istituto, soprattutto per cercare collaborazione e solidarietà per la terra dove aiuta la popolazione come missionario, cercando di portare maggiori aiuti proprio lì, in Congo. Si è messo in evidenza, nel corso del dibattito, che “La scuola è aperta a tutti”, uno slogan che esprime una tematica significativa contro il razzismo e contro ogni forma comportamentale che possa favorirlo. Ampio spazio nella discussione è stato dedicato all’ art.10 della Costituzione, che sancisce il diritto all’asilo politico dei rifugiati,  con l’intervento dell’Associazione Assopace S.P.A.R., con la presenza del sig. Michele Calenzo e Gianluca Sasso, che ne è il responsabile. Moderatrice la prof.ssa Gabriella Cianciola. L’educazione alla pace e al rispetto delle diverse etnìe e religioni restano gli aspetti prevalenti nell’educazione delle nuove generazioni per cercare di scongiurare problematiche razziste, che da piccole manifestazioni possono poi divenire grandi piaghe sociali, ragion per cui non devono essere trascurate.

La giornata della memoria è omaggiata in molti istituti scolastici a Sessa Aurunca, che hanno organizzato eventi per le giornate di oggi e domani, dalla Pro Loco di Sessa Aurunca, che per domani prevede la proiezione di video e films al riguardo, e dal Comune di Sessa Aurunca.

LEGGI ANCHE:

Sessa Aurunca. Il borgo di Valogno su TV 2000, un incanto per gli occhi e l’anima.

 

Mondragone. Il messaggio di Giovanna Licenziato. Una donna che combatte contro la violenza per il rispetto di tutte le donne

Open