• Mer. Mag 18th, 2022

Sessa Aurunca. 'La Parola', venerdì l'incontro con Alfredo Repetti Mogol

DiThomas Scalera

Mar 22, 2017

Si terrà presso la Galleria Toro Arte di Sessa Aurunca, il prossimo venerdì 24 marzo, alle ore 18.30, l’incontro/dibattito tra Alfredo Rapetti Mogol e il Vescovo S. E. Mons. Orazio Francesco Piazza. Un importantissimo evento che segna la consegna del dono che il Maestro Mogol ha voluto per la Diocesi di Sessa Aurunca: una croce polimaterica solcata da grafia. L’incontro verterà sull’approfondimento della “parola”, superando ogni convenzione dettata da un’interpretazione meccanica delle lettere che la compongono fino a trasformarsi in “emozione”. Un percorso che trova come strada l’arte, quell’arte che accomuna, che fa ritrovare in un’unica sensibilità menti e cuori che apparentemente possono sembrare diversi. Ed è proprio questo il tema di “La Parola: Segno, Significato e Senso”, che accompagnerà l’appuntamento di venerdì prossimo. La mostra di Alfredo Rapetti Mogol concepita come un’unica grande installazione e che prende forma attraverso un percorso espositivo centrato sulla parola. La parola come strumento del mestiere, tessitura profonda del pensiero che diventa immagine e
interpretazione, nella totale libertà di chi guarda, osserva, decodifica. Tele di
grandi dimensioni, carte di piccolo formato, lavori su marmo, installazioni al neon
e supporti diversificati come il cemento e la tavola racconteranno la sua ricerca,
partita dalle opere su tela e che negli ultimi anni si è aperta ad orizzonti più ampi introducendo materiali extra – pittorici e articolandosi su installazioni complesse.
Ad incorniciare la serata sarà l’allestimento artistico degli studenti del Liceo ‘A.
Nifo’, coordinati dal Dirigente Scolastico Giovanni Battista Abbate. “Confrontarmi su un tema a me così caro, la Parola, con un uomo illuminato come Monsignor Orazio Francesco Piazza – ha dichiarato il Maestro Alfredo Rapetti Mogolè un motivo di grandissima gioia e di sicuro arricchimento spirituale”. “Anche se in brevi incontri, ma intensi e di sicura qualità, ho potuto intuire la ricchezza di un artista che esplora il simbolo con umiltà e cuore. Decisamente l’incontro messo a tema sarà ricco di spunti per il cuore e la mente”: ha affermato il Vescovo della Diocesi di Sessa Aurunca, S. E. Mons. Orazio Francesco Piazza. Cenni biografici su Alfredo Rapetti Mogol (fonte Wikipedia): nel 1983 è diventato paroliere con la canzone Il chitarrista, cantata da Ivan Graziani. Dopo aver lavorato con i fratelli Gianni e Marcella Bella, ha firmato numerose canzoni di Raf (Il battito animale, Due e Stai con me). Nel 1994 inizia la collaborazione con Laura Pausini, per la quale ha scritto Strani amori (classificatasi al terzo posto al Festival di Sanremo 1994), Incancellabile e E ritorno da te. Sempre per e con la cantante romagnola ha scritto più di 50 canzoni tra le quali Come se non fosse stato mai amore, In assenza di te, Ascolta il tuo cuore e Un fatto ovvio. Ha lavorato tra gli altri anche con Adriano Celentano, Mina, Marcella Bella, Mango, Nek, Il Divo, Carlos Santana, The Corrs, Gilberto Gil, Ron, Marco Carta, Josh Groban, Elisa, Arisa, Emma Marrone. A partire dal 1991 si è dedicato alla musica per bambini, scrivendo il testo di 9 canzoni partecipanti allo Zecchino d’Oro (Il più grande motore, 1991; La cicala, 1992; Mami papi, 1993; Giochiamo alle cose, Bianco con il giallo, 1994; All’arrembaggio del formaggio 1995; Su e giù, 2000; Se ci credi anche tu, 2002; In bici in città, 2005). È docente alla Fondazione Industria Milano-New York ed al CET (Centro Europeo Toscolano) fondato e diretto dal padre Mogol nel 1992. Insegna al master in music business dell’università Luiss di Roma. Oltre ad essere paroliere, è anche pittore. Numerose sono state le mostre personali e collettive che lo hanno visto protagonista. Il suo curriculum annovera mostre personali alla Fondazione KMG di Berlino; alla Fondazione Ideazione di Roma; a Villa Olmo di Como; all’Albergo delle Povere di Palermo; alla Certosa di San Lorenzo di Padula; alla Galleria Maretti di Montecarlo e alla Ca’ D’oro di Roma. Fra le collettive si ricordano: Grand Palais di Parigi; MAR’S di Mosca; Palazzo Strozzi a Firenze; Museo per l’Arte Straniera di Riga; Salone D’Autunno a Parigi; Museo Permanente di Milano; Biennale di Venezia 2007; Biennale di Venezia 2001. È autore, insieme a Giuseppe Anastasi, del libro Scrivere una canzone, edito dall’editore Zanichelli nell’ottobre del 2012. È poi autore di alcune sigle televisive, fra le quali Solletico, scritta con Claudio Guidetti ed interpretata dai Piccoli Cantori di Milano.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru