News

Sessa Aurunca.Presentato il testo dell’Aurunkatelier nel Salone dei Quadri. Il ricordo di Tonino Calenzo

Si è tenuta ieri sera presso presso la Sala Consiliare, Salone dei Quadri, la presentazione ufficiale del libro Nascita e Storia del Teatro Aurunkatelier, testo di Antonio Calenzo e Amalia Bruni, edito da Caramica Editore, con l’intervento del Sindaco della città Silvio Sasso e del presidente del Rotary Club 2016/17, avv. Luigi Iannettone, con il Prof. Pasquale StanzialeGianluca Boccino, presidente dell’Associazione Aurunkatelier e l’autrice Amalia Bruni.

Il testo è stato presentato da Amalia Bruni ed è stato redatto prendendo spunto dai numerosi appunti del grande regista e attore Tonino Calenzo, prematuramente scomparso, che fu il fondatore della compagnia teatrale Aurunkatelier. Il testo è incentrato sulla storia dell’Aurunkatelier che è stata la prima compagnia teatrale nata a Sessa Aurunca circa quaranta anni fa. Fu fondata da un gruppo di amici con lo scopo di far “rifiorire” attraverso l’arte del teatro un paese in cui si riscontrava una sorta di pigrizia ideologica e culturale. Fu così che ebbe luogo il primo incontro formale, il 9 Settembre del 1975, che rappresentò l’ inizio di varie attività come la ricerca sul campo, la riscoperta delle “radici culturali”, il recupero delle forme di espressione popolare per poi riproporle in maniera critica, con lo studio dei vari linguaggi artistici. Il libro racconta dunque tutto il percorso dell’Aurunkatelier, nel suo lungo cammino, che ha abbracciato varie forme di teatro, dall’Avanguardia alla Commedia dell’Arte fino al teatro moderno. La compagnia Aurunkatelier ha prodotto centinaia di spettacoli, portandoli in scena in varie città italiane ed estere, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti. La missione del fondatore dell’Aurunkatelier è stata quella di far vivere il teatro, soprattutto attraverso i laboratori teatrali che sono stati destinati ai giovani. L’autrice definisce il testo come “un’antologia teatrale”, perchè contiene al suo interno pezzi teatrali, che sono stati rappresentati dalla compagnia nel corso degli anni e la rassegna iconografica di locandine e foto dei vari fotografi che hanno collaborato negli anni con la compagnia. Numerose sono le problematiche  affrontate dal testo inedito, che porta a conoscenza del lettore  la passione dell’artista, l’attaccamento alla sua terra, la sua esperienza teatrale vissuta sul territorio, un territorio a cui lascia la sua produzione, la sua satira, il suo impegno sempre attuale di “svegliare le coscienze” promuovendo il proprio territorio attraverso l’arte teatrale.

LEGGI ANCHE:

https://www.v-news.it/roccamonfina-miglior-regia-il-premio-a-gaetano-caruso-della-compagnia-i-figli-di-tani/

Teano. “Omaggio ai De Filippo”, a novembre torna in scena la compagnia de “I Liberi”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.