• Gio. Mag 19th, 2022

Sessa Aurunca. Pugilato, i cugini d’oltralpe si inchinano al cospetto di Chiara Gentile

Pugilato, i cugini d’oltralpe si inchinano al cospetto di Chiara Gentile di Sessa Aurunca

SESSA AURUNCA (di Genesio Tortolano). Lo sport come forma di arte pura, è questa la terminologia che si applica senza ombra di dubbio al Pugilato da sempre riconosciuto come la nobile arte, abbracciata dai suoi pionieri fin da tempi antichi. Tra le caratteristiche che lo rendono unico, lasciando inalterato il suo fascino inconfondibile, cadenzato dallo scorrere silenzioso della clessidra del tempo fuggitivo, vi sono la vocazione al rispetto delle regole e di conseguenza dell’avversario, la correttezza, lo stile, l’eleganza e l’armonia delle movenze dell’atleta sul tronco effettuate all’interno del ring. Spesso a farla da padrone non è la potenza dei colpi inferti , ma la capacità sul piano della scherma nel sottrarsi ai colpi dell’avversario, schivandoli  con movimenti repentini quasi danzanti per poi  ripartire all’offensiva, qualità che si apprendono, si sviluppano e crescono armonicamente, grazie ad un duro e costante e specifico allenamento in palestra che è propedeutico al miglioramento dell’elasticità e rapidità nel movimento delle gambe. Il maestro che ha diffuso questo verbo pugilistico, tanto da farne il proprio mantra e a risultare un esempio per tutte le generazioni a venire, è stato il mitico Campione del Mondo del pesi massimi, lo statunitense Cassius Clay, poi ribattezzato Muhammad Alì, definito da stampa e critica come il più grande pugile di tutti i tempi ed il ballerino del ring, per la sua eleganza, oltre al suo inconfondibile stile e alla sua tecnica ed agilità nell’assestare i colpi.  Dopo aver solcato le porte della storia, evocando miti scomparsi sotto il profilo terreno ma non certamente nella memoria dei milioni di appassioni e cultori di tale sport entriamo nello specifico parlando del presente e del futuro del panorama pugilistico dell’italico stivale, parlando  di una promettente atleta che aspira a divenire un astro nascente in questa splendida disciplina sportiva, ci riferiamo alla giovane di Sessa Aurunca Chiara Gentile, graziosa nei lineamenti, ma dotata di grande umiltà, tenacia e combattività. La talentuosa atleta, è seguita dal coach Marco Modolfino e dal maestro Raffaele Munno, medaglia d’oro ed espressione della fiorentissima scuola pugilistica di Marcianise, da sempre fucina di talenti pluri decorati, basti pensare tra gli altri ad Angelo Musone, Clemente Russo, Vincenzo Mangiacapre e Domenico Valentino. L’atleta aurunca, recentemente coronato il sogno di vestire la maglia azzurra della nazionale italiana coltivato il prima il sogno poi divenuto obiettivo a partire dai suoi esordi, cioè onorare il proprio paese ad un evento di respiro internazionale come quello tenutosi in alta Francia e precisamente nella città di Béthune, appartenente all’ex provincia di Artois e situata nel dipartimento del passo di Calais. Tale importante Galà, ha visto il confronto tra una rappresentanza della nazionale d’oltralpe e cioè quella francese e quella tradizionale scuola pugilistica Italiana con la scelta di atlete appartenenti alle regioni del Lazio e della Campania. La cittadina sessana, Chiara Gentile ha prevalso in maniera schiacciante contro la rivale transalpina Aurelia Hamadouche, nel match riservato alla sua categoria quella dei 57kg e cioè dei pesi Piuma. Questa vittoria inorgoglisce il territorio aurunco poichè è il primo di stampo internazionale ed è il frutto della grande passione, unità alla volontà ed al sacrificio, qualità indispensabili per emergere nello sport come nella vita e questo può essere l’esempio lampante.  

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale