• Lun. Ott 25th, 2021

Sessa Aurunca sarà la nuova location per il calendario FITP 2018. L’evento

DiThomas Scalera

Gen 2, 2018

 

La Federazione Italiana Tradizioni popolari ha selezionato la città di Sessa Aurunca come location per la realizzazione del Calendario ufficiale denominato Territorio e Folklore del 2018. Il progetto sarà presentato domani pomeriggio, presso il Salone dei Quadri del Comune di Sessa Aurunca, l’evento è promosso dal Comune di Sessa Aurunca, la Federazione Italiana Tradizioni popolari e da Laurianum dei Monti Aurunci San Castrese Cultura e Tradizione. Alla presentazione interverrano il Sindaco di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, l’Assessore al Turismo, Tommasina Casale, il presidente nazionale Fitp Benito Ripoli, il direttore del giornale Fitp Enzo Cocca. Per la realizzazione del nuovo calendario saranno effettuati scatti e un intero reportage nella cittadina sessana, che è stata la prediletta tra centinaia di comuni italiani. Le regioni da Nord a Sud Italia hanno inviato una coppia rappresentativa che indossa il costume tipico della propria terra, per essere immortalata nei punti più belli e suggestivi del nostro paese. La realizzazione del Calendario a Sessa Aurunca rappresenta una grande opportunità di promozione del nostro territorio, data la visibilità che la cittadina avrà attraverso la vasta rete di distribuzione del calendario, distribuito infatti sia  in Italia sia in Europa. La Federazione Italiana Tradizioni Popolari nasce nel 1970 con l’idea di riunire i diversi Gruppi Folkloristici Italiani, la Federazione opera in Italia da più di cinquanta anni con un’unica finalità: la conservazione, promozione e valorizzazione delle tradizioni popolari e del folklore, sia a livello nazionale che internazionale. Avvalendosi della professionalità della Consulta Scientifica e di consulenze di ricercatori e docenti universitari, la FITP ha un costante impegno nella ricerca e nello studio delle antiche usanze. Valorizzare musiche, danze, canti, abiti e dialetti significa ridare lustro al proprio patrimonio culturale ed espressivo. Significa anche recuperare antiche ricchezze, comprendere e contestualizzare il presente partendo dal passato, per conoscere le proprie radici nella vita, nei riti, nella letteratura e nelle feste che ogni anno si svolgono intorno a noi. Gli obbiettivi principali della Federazione sono principalmente quelli di far conoscere e valorizzare le tradizioni popolari delle regioni italiane a livello nazionale e internazionale; creare una vicinanza tra le diverse culture regionali; promuovere lo studio dei beni demo-etno-antropologici italiani (in particolare, musiche, canti, danze, dialetti, abiti); incentivare i flussi turistici  in Italia ma anche incoraggiare scambi culturali tra gruppi appartenenti a nazioni diverse. La Fitp romuove anche progetti  in ollaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

 

LEGGI ANCHE:

Caserta. Movida e Reggia, Forza Italia chiede più garanzie di sicurezza

Sessa Aurunca. Cantiere dei rifiuti, la Flaica CUB: “Grave comportamento antisindacale della società Buttol”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru