• Dom. Giu 23rd, 2024

Sessana, doppietta storica. Arriva anche la Coppa Campania

La Sessana supera la Battipagliese e vince la Coppa Campania, double dopo il successo in campionato

TABELLINO SESSANA – BATTIPAGLIESE 2-1

SESSANA: 2 Uliano, Sorrentino, Carbonaro, Esposito (46’ Gambardella), Pirolozzi, Vicario (86’ Erbaggio), Quintigliano C, Castellano (52’ Tenneriello), Granato, Quintigliano M (77’ Fava Passaro), Palumbo (89’ Iattarelli). All. De Stefano. A disp. Rho, Fava, Simoniello, Talitro, Erbaggio.

BATTIPAGLIESE: 1 Viscido, Discepolo (71’ Raviello), Zoppino, Ferro (87’ Buonocore), Mancino, Olmos, Minguzzi, Santese, Di Romano, Natella (79’ Raiola), Gaeto (89’ Cascone). All. Calabrese. A disp. Boffa, Castagna, Ferraro, Montano, Verriola.

ARBITRO: Francesco Fermo di Torre Annunziata

ASSISTENTI: Luca Arcella di Frattamaggiore – Antonio Russo di Torre del Greco

RETI: 53’ Olmos (BAT); 65’ Quintigliano M (SES); 78’ Gambardella (SES)

NOTE : AMMONITI: Quintigliano M, Quintigliano C, Pirolozzi, Iattarelli (SES); Santese, Zoppino, Raiola (BAT)

CORNER: 5-2 per la Battipagliese

RECUPERO: 1’ PT; 7’ ST

Spettatori 2000 circa

MONDRAGONE (di Genesio Tortolano). Grande prestazione di cuore, carattere e personalità della compagine della Sessana targata Michele Schiavone e guidata da Antonio De Stefano. Gli alfieri in casacca gialloblù grazie ad una prestazione maiuscola conquistano il double ossia campionato e Coppa Campania al termine di una strepitosa stagione che resterà negli annali del calcio e scolpita per sempre nelle mente degli sportivi della città di Sessa Aurunca. Il traguardo storico è stato conseguito al termine di un tirato e vibrante match contro la formazione bianconera della Battipagliese allenata dall’istrionico Juri Calabrese. La partita ha avuto quale scenario lo stadio “Salvatore Conte” di Mondragone stracolmo di entusiasmo. Il risultato finale è stato di 2 – 1 per la Sessana che è riuscita a rimontare lo svantaggio. Per quanto concerne il mister gialloblù il già citato Antonio De Stefano, ha schiarato la squadra con il solito 4 – 3 – 1 -2 con Granato in qualità di rifinitore alle spalle del duo formato da Mario Quintigliano e Giammario Palumbo. la coppia centrale di difesa è composta da Carbonaro ed Esposito. Sul versante opposto e cioè quello ospite, vanno registrate alcune assenze con Olmos nel ruolo di regista offensivo a supportare Santese. Ad agire sul settore destro è Natella con Gaeto sull’out mancino offensivo.

Nel primo tempo i gialloblù provano a sfruttare gli spazi lasciati dall’altissima difesa dei bianconeri. Al 4′ cross dalla sinistra di Pirolozzi che pesca Palumbo, quest’ultimo con un tiro al volo batte l’estremo difensore ospite Viscido, ma l’assistente sbandiera l’offside strozzando l’urlo in gola ai tanti tifosi aurunci. All’8′ è la dea bendata a voltare le spalle alla Sessana poichè quest’ultima colpisce un clamoroso palo con una geniale palombella di prima intenzione da oltre trenta metri di Granato con la sfera che dopo aver incocciato il legno torna in campo tra le braccia dell’estremo difensore della Battipagliese Viscido che tira un grosso sospiro di sollievo. La Battipagliese si fa vedere in zona offensiva al quarto d’ora di gioco: azione sviluppata sulla destra con Natella che rientra sul mancino e con il piede preferito lascia partire una conclusione che non inquadra lo specchio della porta. Grossa chance per le zebre al 25′, quest’ultima nasce sugli sviluppi di un corner con la sfera che rimane in area e Natella ci prova sempre con il sinistro, pronta la risposta del portiere aururco Uliano che respinge salvando i suoi dalla capitolazione. Alla mezz’ora di gioco la Sessana replica con Granato che serve Palumbo a tu per tu con Viscido, l’attaccante prova a saltare in area l’estremo difensore che però è lesto nel sottrarre il pallone al numero undici gialloblù. È una partita accesa, con due tifoserie che hanno dato spettacolo sugli spalti senza mai fermarsi. L’ultima occasione della prima frazione è di marca Battipagliese e capita sulla testa di Zoppino che non trova la porta.

Ad inizio ripresa, il trainer della Sessana De Stefano opera un cambio inserendo Gambardella al posto di Esposito. Alla prima vera occasione del secondo tempo quando corre il minuto cinquantadue le zebre della Battipagliese passano in vantaggio con un tiro di Olmos da dall’interno dell’area di rigore che trova una deviazione e beffa l’estremo difensore della Sessana Uliano che aveva provato a smanacciare il pallone. La Sessana cambia assetto tattico e prova sin da subito a pareggiare i conti, non riuscendo a trovare lo spunto giusto. Al 65’ però i gialloblù rimettono il match sui binari del parità: punizione di Christian Quintigliano da centrocampo che trova dentro l’area di rigore il fratello Mario che con un colpo di testa magnifico mette il pallone alle spalle di Viscido, boato del settore aurunco per il goal del pari della Sessana. Il caldo asfissiante rallenta un po’ i ritmi, ma la Sessana sembra trovare energie nervose dopo il goal del pareggio e al minuto 78’ trova la rete del sorpasso. E’ ancora un piazzato ad essere deciso, ma in questa circostanza è un calcio d’angolo battuto alla perfezione da Christian Quintigliano che trova l’incornata deliziosa di Matteo Gambardella che mette il pallone esattamente a fil di palo dove nessun può arrivare, la Sessana è in vantaggio grazie al goal del riccioluto terzino sommerso da tutti i compagni sotto la tribuna gialloblù in estasi. Grazie al goal che ha capovolto il risultato, la Sessana trova nuove energie triplicando le forze tanto da apparire in ampia superiorità numerica rispetto all’avversario che accusa il colpo. I calciatori arrivano su ogni pallone, su ogni seconda palla, gioca anche chi fisicamente sta in panchina, è una lotta su ogni contrasto per non perdere la rete di vantaggio. La Battipagliese aumenta il peso offensivo inserendo Cascone e negli ultimi minuti si riversa nella metà-campo avversaria alla ricerca del pareggio. Il quarto uomo alza la lavagnetta con sette minuti di recupero, una infinità per la Sessana, di speranza per la Battipagliese. Palle lunghe buttate in area, gioco che prova ad essere spezzettato e al 97’angolo pericolosissimo dove arrivano a saltare tutti in area, ma la difesa respinge via il pallone ed arriva finalmente il triplice fischio. La Sessana festeggia la vittoria della Coppa Campania di Promozione, un traguardo voluto fin dalla prima partita e da tutti, si è viaggiati all’unisono per un doppio storico traguardo. È doppietta, dopo il campionato, arriva il successo in Coppa, sventolano più in alto di tutti i vessilli colorati di gialloblù!

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Di Redazione V-news.it

Il bot redazionale

error: Content is protected !!