• Gio. Set 29th, 2022

Sesta giornata del campionato di Serie A

Presentazione della sesta giornata del campionato di Serie A 

(Di Genesio Tortolano). La sesta giornata del campionato di Serie A, inizia con le tre gare odierne, partiamo da quella dello Stadio “Diego Armando Maradona”, tra il lanciatissimo team azzurro del Napoli di mister Luciano Spalletti e il sodalizio bianconero ligure dello Spezia del tecnico Luca Gotti. Come sempre, il catino di Fuorigrotta si annuncia ribollente di entusiasmo per trascinare i propri beniamini verso la vittoria sull’onda lunga degli ultimi risultati conseguiti, sia in campionato che in Champions League, dove la truppa partenopea ha strapazzato  tra le mura amiche con un perentorio 4 -1 che non ammette repliche, i fortissimi Reds e cioè i rossi del Liverpool, guidati dal mago teutonico Jurgen Klopp, finalisti della scorsa edizione della massima competizione europea per club. Pertanto, alla luce dello stato di forma del Napoli e della nettissima superiorità tecnica di quest’ultima compagine, l’ago della bilancia pende largamente in favore del padroni di casa che non dovrebbero faticare più di tanto per portarsi a casa i tre punti. Lo Spezia, dal canto suo, cerca l’impresa riuscitagli nella passata stagione quando riuscì a violare il campo dei ragazzi azzurri con il risultato di 0 -1. Per la cronaca i liguri erano allora allenati dal tecnico italiano di sangue verdeoro, Thiago Motta, metronomo del centrocampo dell’Inter del triplete di murignana memoria. Alle 18, lo stadio “Giuseppe Meazza” si colora di neroazzurro leggermente solcato da una nuvola granata, per il match tra l’Inter di Simone Inzaghi e il Torino di Ivan Juric. Per quanto concerne il trainer piacentino del club meneghino, quest’ultimo, complici gli ultimi risultati negativi è finito inevitabilmente nell’occhio del ciclone,  praticamente sulla graticola per le sue scelte che hanno condizionato ed indirizzato in senso avverso portando ad una duplice sconfitta consecutiva, maturata prima nel derby contro i cugini rossoneri del Milan di Stefano Pioli con il punteggio di 3 – 2 e successivamente nel match casalingo di Champions League per 0 -2 contro il team biancorosso tedesco del Bayer Monaco di Julian Nagelsmann. Pertanto, l’Inter non si può più permettere di sbagliare, poichè compiendo nuovi passi falsi,  rischierebbe di perdere ulteriore contatto dalla vetta. Sulla sponda granata, si rispira aria nuova e frizzantina condita da una crescente soddisfazione per l’ottimo lavoro sotto forma di gioco e risultati effettuato fino ad ora. Questi riscontri positivi, hanno portato autostima in seno al gruppo targato Juric e determinate sensazioni positive non si avvertivano da tantissimi anni. Ora, arriva la prova del nove ma il Torino appare pronto e vuole superare l’esame di maturità a pieni voti. Alle 20,45 i match del sabato calcistico si chiudono con quello dello stadio ” Luigi Ferraris”, dove andrà in scena Sampdoria Milan. Questa gara tra i blucerchiati genovesi e i rossoneri milanesi, vedrà i padroni di casa alla ricerca di punti per risalire la corrente e migliorare l’anemica classifica. Il Milan, invece vuole l’intera posta in palio per confermarsi a strettissimo contatto con le prime e possibilmente agganciare la vetta.

Le gare di domani vedono quale antipasto da servire all’ora di pranzo alle 12,30, il derby lombardo tra Atalanta e Cremonese. Questo confronto che ritorna dopo tanto tempo, causa l’assenza dei grigiorossi dalla massima serie, vedrà quale teatro il “Gewiss Stadium” di Bergamo. Diversi  sono gli obiettivi delle compagini contrapposte e cioè la voglia della Dea neroazzurra dell’Atalanta di mister Giampiero Gasperini di rientrare in Europa possibilmente dalla porta principale, mentre i grigiorossi della Cremonese di Massimiliano Alvini coltivano il desiderio di conquistare la permanenza in serie A, massima categoria ritrovata ventidue anni dopo. Alle 15 si disputeranno le seguenti tre gare: Bologna Fiorentina, Lecce Monza, Sassuolo Udinese. Partiamo dalla presentazione di quella dello stadio “Renato Dallara”, tra i rossoblù del Bologna ed i viola della Fiorentina nel cosiddetto derby dell’Appennino. Questa partita assume contorni molto delicati per quanto concerne i locali felsinei, poichè attraversano un periodo negativo sul piano dei risultati, culminato con l’esonero del tecnico serbo Sinisa Mihajlovic. A sedersi provvisoriamente sulla panchina bolognese, sarà il trainer della primavera Luca Vigiani, ottimo il suo lavoro in questo scorcio iniziale di campionato, in attesa che la società annunci il nuovo tecnico. Il Favoritissimo è l’ex Genoa e Spezia Thiago Motta, dopo il rifiuto dell’ex Sassuolo Roberto De Zerbi. Per questa partita, il Bologna punta alla svolta che gli consenta di superare il trend negativo, mentre i viola vogliono proseguire la loro ottima marcia in campionato ottenuta fino ad ora e riscattare il deludente esordio casalingo con annesso pareggio per 1 – 1 all’Artemio Franchi” in Conference League, contro il modesto club lettone del Riga. Altra gara come detto delle 15, è quella tra dello stadio ” Via Del Mare”, tra il team giallorosso del Lecce del tecnico Marco Baroni e il sodalizio biancorosso del Monza di mister Giovanni Stroppa. Gara delicata, poichè è uno scontro diretto per la salvezza. I padroni di casa, oltre che sulle loro qualità, puntano anche sul calore trascinante dell’appassionatissimo pubblico salentino, record man per quanto riguarda gli abbonamenti sottoscritti circa ventimila.Pertanto lo stadio farà registrare un magnifico colpo d’occhio con il sold out. I brianzoli ospiti, sperano finalmente di schiodarsi dal mortificante zero alla voce punti. Il terzo ed ultimo match delle 15, è quello del ” Mapei Stadium” che vede di fronte il team neroverde locale del Sassuolo di Alessio Dionisi e la compagine bianconera dell’Udinese del trainer Andrea Sottil che sta veleggiando a gonfie vele sul piano dei risultati e della classifica. Viste le forze in campo, il match è aperto ad ogni possibile soluzione. Alle 18, sarà la volta della gara dello stadio ” Olimpico” tra la Lazio ed il Verona. Il team biancoceleste capitolino allenato dal “Comandante” Maurizio Sarri, cercherà il pronto riscatto, dopo il cocente ko casalingo per 1 – 2 contro il club azzurro del Napoli, presieduto dal vulcanico Aurelio De Laurentis. Sul versante veneto, i gialloblù del Verona di mister Gabriele Cioffi, sperano di dare seguito alla prima vittoria stagionale e cioè quella del turno scorso, conquistata tra le mura amiche del “Marcantonio Bentegodi”, piegando con il risultato di 2 -1 la squadra blucerchiata della Sampdoria di mister Marco Giampaolo. L’ultimo capitolo domenicale, è il posticipo delle 20,45 che vedrà di scena sul prato “dell’Allianz Stadium” di Torino le formazioni di Juventus e Salernitana. Per i bianconeri piemontesi allenati da Massimiliano Allegri, urge vincere per iniziare a dare una significato diverso  al proprio campionato, dopo un inizio con il freno a mano tirato per quanto concerne gioco e risultati. I granata campani di mister Davide Nicola, vice versa cercheranno l’impresa contro i più quotati avversari.

A chiudere il palinsesto di questo sesto turno, sarà il posticipo del lunedì, quello del “Carlo Castellani”, tra i locali azzurri dell’Empoli del tecnico Paolo Zanetti e il club giallorosso della Roma di José Mourinho. Per quanto riguarda i locali dell’Empoli vanno a caccia del risultato di prestigio, mentre la Roma cercherà di fermare l’emorragia di risultati, poichè negli ultimi giorni ha incassato due pesanti sconfitte, quella della “Dacia Arena” di Udine con un pesantissimo 4 – 0 ad opera dei friulani di Andra Sottil e l’altra per 2 -1 sempre in trasferta in Europa League in terra bulgara contro il team biancoverde di Razgrad del Ludogorets del trainer Stanislav Gencev. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale