• Mer. Dic 1st, 2021

Nasce il muro della gentilezza

Per i meno fortunati cappotti e coperte

Catania. Con la presa di coscienza che l’emergenza freddo genera conseguenze senza alcun dubbio serie nella vita dei senzatetto, dall’inizio del 2019, solo a Roma, sono decedute ben 11 persone per il gelo invernale.
Fa riflettere una lodevole iniziativa a Catania, dove la città mette a disposizione, di chi ne ha bisogno, coperte e cappotti.
Questa espressione autentica di sostegno ai più deboli ed ai meno fortunati, prende il nome di “muro della gentilezza”, una parentesi che da origine ad un punto di raccolta per indumenti che chiunque non abbia possibilità economiche per acquistarli, può prendere a titolo gratuito e anonimo.
Questi’muri’, così lodevoli nascono nel 2015 in Iran, i “walls of kindness” e si sono successivamente diffusi in diverse parti del mondo. Ad esempio hanno fatto il giro del mondo quelli in Svezia, dove le foto del muro della gentilezza locale, con la neve a fare da cornice ed a risaltare i colori degli abiti, sembravano quasi opere d’arte moderna, diventando un virale schiaffo alle coscienze sociali che hanno raggiunto.
I muri della gentilezza cominciano dunque  a prendere piede anche in Italia, da Nord a Sud, con diverse forme, nelle periferie come nel centro delle città.
L’ iniziativa lanciata in Sicilia è opera dell’associazione Laboriusa, una piattaforma crowdfunding del Sud Italia legata al mondo del non-profit. Hanno infatti spiegato sul progetto: “C’è freddo, e noi vogliamo portare un po’ di calore ”, “A Catania serve dignità e partecipazione”, scrive la onlus sulla sua pagina Facebook. Tra le istruzioni si legge “Prendi un cappotto se hai freddo, dona un cappotto se non lo usi più”.
Un’idea solidale senza precedenti, che avvicina i cittadini alle realtà più marginali della città. Un cappotto diviene messaggio di speranza, un simbolo di affetto lasciato ai senzatetto.
L’indirizzo è Corso Sicilia, angolo piazza della Repubblica, a Catania. Sugli attaccapanni si possono lasciare anche coperte, impermeabili, maglioni. Qualsiasi cosa possa aiutare i clochard a sopportare il freddo.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru