Mar. Ott 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Casertavecchia. Sotto osservazione il costo degli artisti di ‘Settembre al Borgo’

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Divampano le prime polemiche sulla edizione di quest’anno

Sotto osservazione i costi degli artisti ingaggiati per la Rassegna casertana

CASERTAVECCHIA. Parte con le polemiche il ‘Settembre al Borgo’ di quest’anno, sotto osservazione come hanno evidenziato le altre testate giornalistiche ieri il costo degli artisti per l’edizione annuale di Settembre al Borgo. Il caso che ha fatto rabbrividire tanti cittadini e l’ingaggio di Ornella Vanoni presa ad un prezzo inferiore rispetto ad una delle prime donne della musica italiana. Il riferimento ad Ornella Vanoni lo facciamo perché, come avevamo promesso, abbiamo analizzato la situazione andando a guardare tra le varie kermesse musicali e le relative determine amministrative degli enti locali, che i comuni del nord pubblicano con efficienza e rapidità, trovando un atto con cui il simpatico comune della città di Morbegno, circa 12 mila anime in provincia di Sondrio, nella regione Lombardia per l’organizzazione artistica della rassegna “Qm live”, festival organizzato dalla città, dichiara di aver speso 14.640 euro per far salire sul palco la Vanoni e un trio di accompagnamento di tutto rispetto: Roberto Cipelli, Bebo Ferra e Piero Salvatori. Notizie che ad oggi hanno un sapore alquanto strano per l’utenza casertana, eccovi quindi la spiegazione: il comune di Caserta paga il meno della metà rispetto a Morbegno, 36.300,00 euro soldi che un comune in disseto come quello di Caserta avrebbe difficoltà a reperire oggi. Quindi con questa conclusione che viene fatta dai nostri organi di comunicazione, i dubbi nascono, ma soprattutto nascono oggi le domande da fare ai protagonisti dell’organizzazione.

Carlo Marino con i suoi due assessori Emiliano Casale e Tiziana Petrillo dovranno spiegare all’utenza casertana la scelta fatta per portare a Casertavecchia la validissima Vanoni, sia chiaro noi vorremmo solo sapere il perché di questa scelta economica. Poi contemporaneamente vorremmo capire il lavoro di squadra e l’organizzazione svolta dal Direttore Artistico Enzo Avitabile sulla creazione e degli spettacoli in calendario, l’ultimo aspetto da considerare ancora con valida attenzione le spese, ma soprattutto la scelta di chi sta coordinando la comunicazione intorno a questa importante rassegna casertana, non c’è purtroppo un nome nuovo, c’è sempre la solita sfilata per chi si destreggia apertamente a valido operatore della comunicazione casertana. Insomma le domande sono tante, i dubbi nascono giorno dopo giorno, ma i complimenti sulla realizzazione imprenditoriale vanno fatti a tutti quei privati che riusciranno ad ottenere il ritorno economico dietro questa grande manifestazione, Ci auguriamo per concludere che Casertavecchia possa avere buoni propositi di rilancio economico e turistico dopo la conclusione del ‘Settembre al Borgo’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open