• Gio. Ott 28th, 2021

Sparanise. Agnese Ginocchio all'ICAS "Solimene" dà il benvenuto alla primavera all'insegna della Pace

DiThomas Scalera

Mar 22, 2016

Da sx: il maresciallo dei carabinieri della locale stazione, la docente Pina Cirella, Agnese Ginocchio, il Preside Pietro Aramei ed il responsabile della Protezione Civile locale ( alle sue spalle il responsabile del Circolo di Legambiente locale).
Da sinistra: il maresciallo dei carabinieri della locale stazione, la docente Pina Cirella, Agnese Ginocchio, il Preside Pietro Aramei ed il responsabile della Protezione Civile locale ( alle sue spalle il responsabile del Circolo di Legambiente locale)

SPARANISE. Anche da Sparanise ieri mattina con gli alunni della media dell’ICAS “Solimene”, nell’ambito della festa della primavera ricorrente il 21 Marzo, è stato lanciato un messaggio contro le mafie ricordando don Peppe Diana, martire della nostra Terra, e tutte le vittime delle mafie. La manifestazione, coordinata dalla docente Angela Bovenzi e dalla Presidente del Consiglio d’Istituto Clorinda Iorio, con il patrocinio della Pro Loco e del Circolo locale di Legambiente con il prof. Salvatore Picillo, ha visto la piantumazione di piccole piantine di castagno e di ulivo nel giardino antistante la scuola media in Via Graziadei, a seguire alcune performance degli alunni in parole e musica per celebrare l’importanza degli alberi e della difesa della nostra Madre Terra. L’alunno della media Alfredo Arcieri insieme ad Alessandra Romagnoli e ale loro compagne, per l’occasione hanno composto anche un brano dedicato agli alberi, che hanno eseguito accompagnandosi con lo strumento della chitarra. A seguire la consegna di piccole piantine di ulivo donate in premio agli alunni più meritevoli. Ha presenziato e portato i saluti il preside dell’ICAS Solimene Pietro Aramini, presente anche il maresciallo dei carabinieri della locale stazione, la Protezione civile e gli alunni della classe della scuola della primaria dell’ ICAS Solimene, accompagnati dalla docente Pina Cirella che hanno presentato dei bellissimi cartelloni sulla festa dell’Albero e sulla storia dell’Albero della Pace piantato davanti alla scuola media. La manifestazione è terminata con l’intervento in parole e musica per la Pace, la difesa di Madre terra e contro le mafie della testimonial e cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio, Presidente del Movimento Internazionale per la Pace III Millennio della provincia, la quale nel ringraziare le docenti per l’invito alla manifestazione ha lodato l’iniziativa odierna e ha ricordato l’importanza di coltivare la Pace giorno per giorno proprio come i piccoli germogli di ulivo piantati nell’area antistante l’edificio scolastico e partendo dalla ricorrenza odierna che celebrava l’ingresso della primavera, ha ricordato l’importanza di essere sempre germogli di speranza in un tempo di guerra. “La “Speranza” che fiorisce come i fiori, in questa splendida giornata di sole che ci accompagna quest’anno, deve essere coltivata ogni giorno attraverso le azioni e l’impegno nell’essere sempre costruttori di Pace”. “Ricordiamo oggi – ha proseguito- anche un’altra ricorrenza altrettanto importante, la XXI giornata dell’impegno e della memoria delle vittime delle mafie, tra queste vogliamo ricordare i martiri della nostra terra: “don Peppino Diana”, che durante la vita aveva fatto tanto per i giovani, cercando di creare e di dedicare a loro spazi per riaffermare quel valore del ritornare a, infondendo in loro il seme della Speranza, che è il fulcro, ovvero il testamento che ha lasciato oggi in eredità attraverso i suoi scritti. In questa piazza voglio ricordare ancora che abbiamo un altro monumento importante: l’Albero della Pace ( che ha indicato con la mano), piantato accanto al monumento dedicato ai martiri del campo di concentramento nazista di Sparanise, e che fu piantato l’anno scorso in occasione dello storico passaggio della “Fiaccola della Pace” dei 100 anni della grande guerra. Quest’albero, oltre ad essere stato dedicato ai caduti delle guerre, è stato dedicato anche a tutte le vittime delle stragi, del terrorismo, della criminalità e delle mafie. Quindi oggi celebriamo questa giornata anche alla presenza di questo importante monumento vivo che abbiamo fra noi, dedicato anche a tutte le vittime delle mafie e che abbiamo inoltre il dovere di curare e di coltivare, insieme alle piccole piantine, con le nostre azioni. Presto in una prossima manifestazione, ritorneremo qui davanti all’Albero per deporre una targa con dedica alla memoria, in maniera che chiunque passi da queste parti possa riflettere sull’immenso valore di questo luogo ed ivi riflettere sull’importanza di impegnarsi ogni giorno per riaffermare la Pace che è il valore supremo della storia”. Infine la cantautrice per la Pace servendosi della chitarra dell’alunna Alessandra Romagnoli, ha fatto ascoltare il brano in tema della giornata dal titolo: “Contro l’indifferenza,contro mafia e camorra io grido PACE”, invitando i giovani a far diventare questo slogan come loro motto di vita.
1917053_766579210108348_1374781463361161117_n
1914498_766579703441632_3612776220518168862_n
10294497_766579240108345_7340730446826370059_n

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru