• Gio. Ott 28th, 2021

Sparanise. Questione sicurezza preoccupante, “Sparanise in Movimento” scrive al Commissario Prefettizio

DiThomas Scalera

Nov 26, 2015

1520715_694643370595577_535774475082089490_n

SPARANISE. Da tempo a Sparanise esiste una irrisolta questione sicurezza. Negli ultimi mesi, in particolare, una serie di spiacevoli episodi hanno fatto sì che la nostra città fosse costantemente nelle pagine di cronaca dei quotidiani locali. Furti nelle abitazioni ed addirittura nella Chiesa, rapine, ritrovamento di una centrale per il riciclaggio di auto rubate, vari arresti per spaccio di droga, abbandono di rifiuti pericolosi, sono solo alcuni degli spiacevoli eventi che stanno minando la tranquillità di tutti noi e la sicurezza del nostro territorio. Conscia di questa spiacevole situazione, anche su invito di alcuni cittadini terrorizzati, l’associazione Sparanise in Movimento si è fatta promotrice di un incontro dibattito sulla sicurezza tenutosi lo scorso 12 novembre. Nell’ambito di tale incontro, i cittadini intervenuti concordavano sulla necessità di azioni immediate e di pianificare interventi di lungo periodo. In particolare in tale consesso si decise di:
1) creare, mediante l’uso di strumenti informatici, una rete civica di assistenza e condivisione delle informazioni che potesse essere utile ai cittadini per segnalare situazioni di pericolo (sospetti truffatori che girano per la città, auto e situazioni sospette, informazioni utili per evitare rischi). Ad attuazione di tale decisione, i nostri attivisti hanno celermente predisposto un gruppo Facebook, denominato “Sparanise in Sicurezza – Controllo di Vicinato”, ed un gruppo WhatsApp. L’iniziativa ha registrato una nutrita adesione tra i cittadini arrivando a contare, in soli sette giorni, oltre 500 partecipanti al gruppo Facebook e centinaia di partecipanti al gruppo WhatsApp. E’ indiscutibile che il successo dell’iniziativa sia condizionato alla reale partecipazione dei cittadini che avranno l’opportunità di riscoprirsi comunità per aiutare le istituzioni a garantire quello che è un diritto universale dell’uomo: la sicurezza della propria persona e dei propri averi. E’ necessario, pertanto, che quante più persone possibile cooperino all’iniziativa e quindi invitiamo tutti a partecipare attivamente registrandosi al gruppo facebook “Sparanise in Sicurezza – Controllo di Vicinato” e/o richiedendo ai nostri attivisti di essere aggiunti al gruppo WhatsApp. 2) La seconda decisione presa, fu di operare una raccolta firme con la quale richiedere al Commissario Prefettizio alla guida del nostro Comune, il ripristino e l’efficientamento del sistema di videosorveglianza a suo tempo installato sul territorio comunale. A tal proposito con la presente richiediamo ai nostri concittadini di sottoscrivere la comunicazione che si intende trasmettere alla Dott.ssa Stella Fracassi, Commissario Prefettizio, riportata a seguire. Ecco il testo integrale della lettera. Al Commissario Prefettizio Dott.ssa Stella Fracassi Illustrissima Dott.ssa Fracassi, Ella sarà venuta a conoscenza, durante il breve tempo che la vede alla guida del nostro Comune, dei numerosi episodi minanti la sicurezza dei cittadini e delle cose a Sparanise. Furti nelle abitazioni, ed addirittura nella Chiesa, rapine, ritrovamento di una centrale per il riciclaggio di auto rubate, vari arresti per spaccio di droga, abbandono di rifiuti pericolosi, sono solo alcuni degli spiacevoli eventi che minacciano la tranquillità di tutti noi e la sicurezza del nostro territorio. Ella saprà anche che sul territorio comunale, a seguito di interventi predisposti ed operati dall’ex Sindaco Mariano Sorvillo, è operativo un impianto di videosorveglianza che dovrebbe scoraggiare atti illegittimi, fornendo nel contempo un utile ausilio alle forze dell’ordine per il controllo del territorio e per eventuali indagini. Purtroppo per vari motivi, talvolta riconducibili alla disattenzione degli amministratori, talvolta dovuti alle contingenze e ad eventi imprevedibili, ci risulta che ad oggi tale sistema di videosorveglianza sia solo parzialmente operativo con limiti tecnologici che ne rendono poco efficace l’uso. Con la presente il comitato civico “Sparanise in Sicurezza – Comitato di Vicinato”, costituito da oltre 500 cittadini di Sparanise, viene a chiederLe: 1. Che si operi con urgenza una manutenzione straordinaria dell’impianto al fine di rimettere in funzioni le parti attualmente inoperanti dello stesso; 2. Che si operi con urgenza una manutenzione evolutiva dell’impianto, al fine di adeguarlo a livelli tecnologici tali da consentire un proficuo ed efficace uso dello stesso; 3. Che si crei un tavolo permanente tra l’istituzione che Ella rappresenta ed il comitato civico “Sparanise in Sicurezza – Comitato di Vicinato”, al fine di instaurare una reale ed efficace collaborazione per addivenire a quanto sopra e di monitorare l’evolversi della situazione. Certi che Ella vorrà incontrare le esigenze dei cittadini e dare attuazione alla Carta Dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea che all’art. 6 sancisce il diritto alla sicurezza dei cittadini, restiamo in attesa di un Suo cortese riscontro e le porgiamo i nostri più cordiali saluti.

C.S.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru