• Dom. Ott 24th, 2021

Speciale Serie A 2015/2016. Il punto sulla quattordicesima giornata di campionato

DiThomas Scalera

Dic 1, 2015

serie_a

Risultati

Torino-Bologna 2-0

Milan-Sampdoria 4-1

Chievo-Udinese 2-3

Frosinone-Verona 3-2

Genoa-Carpi 1-2

Roma-Atalanta 0-2

Empoli-Lazio 1-0

Palermo-Juventus 0-3

Sassuolo-Fiorentina 1-1

Napoli-Inter 2-1

 

Classifica

31 Napoli; 30 Inter; 29 Fiorentina; 27 Roma; 24 Juventus; 23 Milan, Sassuolo; 21 Torino, Atalanta; 19 Lazio; 18 Udinese, Empoli; 16 Chievo, Sampdoria, Genoa; 15 Palermo; 14 Frosinone; 13 Bologna; 9 Carpi; 6 Verona.

 

Il punto

Nel big match della quattordicesima giornata di campionato, il Napoli batte 2-1 l’Inter, al termine di una grandissima partita. La squadra di Sarri si porta in vantaggio dopo appena un minuto grazie al destro terrificante di Higuain. Alla fine del primo tempo viene espulso Nagatomo per doppia ammonizione. Nella ripresa, ancora il Pipita, al 17′, trova il 2-0 in contropiede. A questo punto la gara sembra finita, ma non è così: dopo cinque minuti Ljajic accorcia le distanze con un bel sinistro. La squadra di Mancini, nonostante l’inferiorità numerica, reagisce e spaventa gli azzurri, che a loro volta sprecano in diverse occasioni la possibilità di chiudere la partita. I nerazzurri, in pieno recupero, colpiscono due pali con Jovetic e Miranda (con Reina che compie letteralmente un miracolo deviando la palla sul legno). Per la squadra di Sarri una vittoria da grande squadra. Per la squadra di Mancini la certezza che non si trova per caso lassù. Complimenti ad entrambe. Con questo successo, il Napoli si porta in testa alla classifica con 31 punti, a + 1 proprio sull’Inter. La Fiorentina pareggia 1-1 a Sassuolo: al gol di Borja Valerio in avvio risponde Floccari al termine della prima frazione. Rallenta la viola che comunque conferma di essere una buona squadra, ora al terzo posto. Gli emiliani si confermano invece ancora sotto le grandi. La Roma perde 2-0 all’Olimpico con l’Atalanta e fallisce l’occasione di agganciare i nerazzurri in testa. I giallorossi, dopo la batosta di Barcellona, giocano una partita sottotono e vengono meritatamente sconfitti dai bergamaschi, in gol con Gomez e Denis su rigore. La squadra di Garcia scivola al quarto posto con 27 punti. La Juventus vince 3-0 sul campo del Palermo. Gol di Mandzukic, Sturaro e Zaza, in una gara completamente dominata. I bianconeri sembra che abbiano superato il periodo di difficoltà. La squadra di Allegri ora è quinta con 24 punti. Il Milan batte 4-1 la Sampdoria a San Siro: apre Bonaventura, Niang fa doppietta (prime due reti in Serie A) e chiude Luiz Adriano. Il rigore di Eder rende meno amara la sconfitta ai blucerchiati: Montella dovrà lavorare molto per uscire dal momento di crisi. I rossoneri sfornano finalmente una prestazione convincente, soprattutto grazie al passaggio al 4-4-2 che esalta un Cerci cresciuto. Il Torino supera 2-0 il Bologna con i gol di Belotti e Vives e si attestano a metà classifica. Continua il momento nero della Lazio che perde 1-0 anche ad Empoli: gol di Tonelli. I biancocelesti in crisi di gioco e di risultati, i toscani si allontano dalla zona calda e si portano a un punto proprio dalla Lazio. Vittoria esterna pesante dell’Udinese che va a vincere 3-2 a Verona col Chievo: gol di Paloschi e Inglese per i clivensi, autorete di Frey e doppietta di Thereau per i friulani. Nella parte bassa della classifica, il Frosinone supera il Verona 3-2: doppietta di Ciofani  e Dionisi per i ciociari, gol di Viviani e Moras per i veneti, ora ultimi in classifica. Colpo esterno del Carpi che vince col Genoa a Marassi: gol di Figueiras per i padroni di casa, l’ex Borriello e Zaccardo ribaltano il risultato. Prima storica vittoria fuori casa per gli emiliani in Serie A. La Serie A torna il 4, 5 e 6 dicembre con la quindicesima giornata. Tra le partite in programma spicca Lazio-Juventus.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru