• Mar. Ott 19th, 2021

Succivo. Spaccio di droga in piazza Aldo Moro: due persone agli arresti domiciliari

DiThomas Scalera

Mar 24, 2016

posto-controllo-carabinieri_0
SUCCIVO. In data odierna, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i carabinieri della Compagnia di Marcianise e della Stazione di Sant’Arpino hanno dato esecuzione, in Succivo (CE), ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di due persone per reato di detenzione di sostanza stupefacente al fine di spaccio.
L’attività d’indagine, intrapresa dai militari della Stazione Carabinieri di Sant’Arpino e coordinata dalla Procura della Repubblica, si è sviluppata per l’intero autunno dell’ano 2015 ed ha riguardato un gruppo di soggetti dediti alla cessione di sostanze stupefacenti del tipo hashish e marijuana.
Le investigazioni intraprese con l’utilizzo di attività tecniche, quali installazione di videocamere e intercettazioni telefoniche, hanno permesso di raccogliere un grave indiziario riguardante lo spaccio di sostanze stupefacenti e, di fatto, impedito la creazione di nuove piazze di spaccio nel comune di Succivo.
I due soggetti, destinatari della misura cautelare degli arresti domiciliari, sono risultati, secondo l’ipotesi accusatoria, i protagonisti delle vicende illecite. Entrambi agivano pressoché quotidianamente (talora con l’ausilio di altri individui anche di età minore) nella piazza Aldo Moro di Succivo nelle ore pomeridiane e notturne.
Nel corso dell’attività, sono state documentate circa 100 singole cessioni, denunciati in stato di libertà due soggetti, segnalati in via amministrativa numerosi assuntori e recuperate sostanze stupefacenti del tipo hashish e marijuana per un peso complessivo di circa 300 grammi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru