• Gio. Ott 28th, 2021

Teano. Servizi sociali e socio sanitari, approvato il Piano sociale di Zona Ambito C03

DiThomas Scalera

Dic 24, 2015
Mario Migliozzi
Mario Migliozzi

TEANO. Con la pubblicazione sul B.U.R.C., il 18 dicembre, del decreto 245, la Regione Campania ha approvato il Piano sociale di Zona dell’Ambito C03. Per il secondo anno consecutivo l’Ambito C03 di cui Teano è comune capofila entra i tra i primi in Campania ad aver ottenuto il decreto di conformità. Il piano approvato comprende il programma dei servizi sociali e socio sanitari da realizzare all’interno del territorio dei 16 Comuni aderenti all’Ambito C03 (Teano, Caianello, Cellole, Conca della Campania, Francolise, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Pietravairano, Presenzano, Roccamonfina, Rocca D’Evandro, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Tora e Piccilli e Vairano Patenora) con una estensione territoriale di 700 chilometri quadrati e una popolazione di oltre 78.000 abitanti. Il Piano si propone di dare continuità ai servizi avviati nella precedente annualità insieme ad altri di nuova attivazione. Il budget disponibile, tra quote comunali, regionali,centrali e utenti è pari a circa 3 milioni e mezzo di euro. Ancora una volta però, le risorse destinate al socio-sanitario supera il milione di euro, questo importo, rappresenta solo una parte (50%) dell’intera spesa socio-sanitaria sostenuta insieme all’ASL per pagare le rette dei 120 utenti ospiti delle molteplici strutture residenziali presenti sul territorio del distretto socio-sanitario n.14 (disabili gravissimi, malati psichiatrici e anziani non autosufficienti) insieme ai progetti terapeutici riabilitativi individuali (PTRI) domiciliari e residenziali. In sintesi il piano prevede, servizi e le misure di inclusione sociale e sostegno al reddito che sono collocati al primo posto con 978.918 con il 32% dell’intera dotazione finanziaria, seguiti dai servizi che favoriscono la permanenza a domicilio euro 798.959 con il 28%, dai servizi territoriali a carattere residenziale per la fragilità euro 674.108 con il 22%, dai servizi per la prima infanzia euro 384.087 con 12,90% e dai servizi per l’accesso e la presa in carico da parte della rete assistenziale euro 288.970 con il 9,70%. In continuità con l’annualità precedente, è confermato l’impegno per il servizio di integrazione scolastica agli alunni disabili che frequentano le scuole dei comuni ricadenti nel territorio dell’Ambito con una previsione di spesa di 264.000, necessaria per garantire l’assistenza specialistica a 114 alunni diversamente abili di cui 40 affetti disabilità grave. Confermato anche l’importo destinato agli interventi per il contrasto alla povertà finanziati con 252.102 euro. Il servizio di nuova attivazione riguarda l’area della disabilità ed è il Centro Sociale Polifunzionale per Disabili, trattasi di una struttura a ciclo diurno di protezione sociale con funzione di accoglienza, ospitalità, orientamento e socializzazione per i disabili. Il servizio e volto a ridurre i fenomeni di emarginazione ed isolamento oltre che a favorire il sostegno ed lo sviluppo dell’autonomia personale e sociale della persona disabile. L’organizzazione del Centro deve favorire anche forme di coinvolgimento e di partecipazione diretta degli utenti e dei loro familiari l’importo programmato per questo servizio e di euro 63.000. Per i disabili inoltre si realizzerà il progetto di vita indipendente il cui costo è di euro 100.000 e il “Centro Antiviolenza”per un importo previsto pari a 86.000 euro. Il contenuto del Piano approvato dalla Regione Campania, condiviso con le forze sociali, organizzazioni sindacali e territorio, anche attraverso lo strumento della concertazione, riguarda una grande fetta della popolazione dell’Ambito:

Centro diurno polifunzionale per minori utenti 280; Comunità educativa a dimensione familiare utenti 18; Contributi economici diretti ad integrazione del reddito familiare (ex OMNI) utenti 36; Centro Diurno Integrato semi-residenziale 4 Comunità alloggio disagiati psichici utenti 28; RSA per disabili gravissimi utenti 5; Assistenza domiciliare sociale per disabili utenti 70; Servizio di assistenza scolastica (sostegno socio-educativo) utenti 90; Budget di salute per disabili utenti 47; RSA per anziani utenti 36; Servizio SAD – non ADI per Anziani utenti 100; Telesoccorso per anziani utenti 160; Contributi economici in forma indiretta utenti 235; Contributi economici in forma diretta utenti 190; Contributi economici donne in difficoltà utenti 5.

Totale 1304 utenti.

L’obiettivo del Piano è dare continuità allo sviluppo ed alla crescita dei servizi socio-sanitari del territorio. Il nostro lavoro ha puntato molto sulla progettazione partecipata e la messa in rete dei servizi per favorire una visione globale dei bisogni dell’utente visto come persona. Tutto ciò in un’ottica d’integrazione socio-sanitaria, coinvolgendo operatori, tecnici, ed amministratori di enti ed istituzioni pubbliche e del privato sociale, rendendoli tali servizi flessibili ed adeguati ai bisogni della popolazione. Misurare i fenomeni sui quali si intende intervenire significa realizzare interventi efficaci ed adeguati ai bisogni da soddisfare, nonché rendere il lavoro degli amministratori il più equilibrato possibile ed inoltre offrire ai tecnici l’opportunità di lavorare non più spinti solo dall’emergenza, ma armonizzando la propria attività professionale nel quadro di un sistema d’interventi frutto di un processo logico, chiaro e condiviso; e, soprattutto, permettere alla cittadinanza di capire le motivazioni a fondamento delle scelte operate dalla pubblica amministrazione per far fronte al disagio sociosanitario.
Le dichiarazioni dell’assessore Mario Migliozzi: “In qualità di delegato del Comune capofila a presiedere il Comitato Istituzionale dei Sindaci esprimo piena soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto. È il frutto di un lavoro di squadra ed è doveroso ringraziare tutti coloro che hanno partecipato attivamente. Il risultato è più che positivo, frutto dell’ottimo lavoro svolto innanzitutto dalle strutture dell’Ufficio di Piano che hanno contribuito in maniera determinante. Un risultato molto importante anche per la prosecuzione dei servizi in corso, dovuto a un lavoro costruttivo fatto con la massima responsabilità da tutti i rappresentanti dei comuni aderenti all’Ambito che con i rappresentanti del distretto sanitario n.14, lo scorso 15 novembre all’unanimità hanno approvato il piano nell’assemblea dei Sindaci. Questo è il frutto anche di un grande lavoro di ascolto, fatto con tutti i soggetti rappresentanti del territorio, dalle organizzazioni sindacali, alle associazioni di volontariato, ai rappresentanti del terzo settore e di tutti gli organismi di rappresentanza dei cittadini. Tutti, in effetti hanno dato il proprio contributo, spingendo in maniera fattiva al compimento di questa programmazione che per il secondo anno consecutivo è dichiarata conforme agli indirizzi regionali a tempo di record. Il nostro auspicio è che i percorsi e i metodi sperimentati con il nostro Piano di Zona, delineano un Welfare sempre più trasparente e di qualità!”
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru