Dom. Set 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Tenta di uccidere collega di lavoro: arrestata dipendente Eni

2 min read
Ci sono anche retroscena

È accaduto tra le mura dell’ufficio dove lavoravano entrambe, vittima e carnefice. Quel luogo che dovrebbe essere sinonimo di sicurezza e collaborazione, si è trasformato invece in un set da film giallo, con risvolti spesso di pura follia. Una donna di 52 anni, dipendente dell’Eni di San Donato, nel milanese, ha tentato di avvelenare una collega inserendo, tramite una siringa, dell’acido cloridrico nella bottiglietta da dove la stessa vittima era solita bere durante le ore di lavoro alla scrivania. Non è questo l’unico infausto gesto della dipendente cinquantaduenne. In seguito alle indagini infatti è stato possibile risalire ad almeno un precedente. Questa volta la vittima era un’altra sua collega, sulla quale la follia persecutoria si è accanita sotto forma di stalking telefonico, per poi sfociare nell’imbrattamento dell’auto e della porta di casa di lei. Atti persecutori e tentato omicidio: sono questi i capi d’accusa con i quali i carabinieri del comando locale hanno arrestato la donna in questione. Durante le perquisizioni nella sua abitazione nell’hinterland milanese, i militari hanno trovato delle bombolette spray. All’interno della sua borsa invece vi era una bottiglietta con la sostanza caustica e una siringa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open