• Mer. Set 28th, 2022

Terza giornata del campionato di Serie A

Presentazione della terza giornata del campionato di Serie A

(Di Genesio Tortolano). Il campionato di Serie A giunto alla terza giornata vede al comando il terzetto formato da Inter, Napoli e Roma con due vittorie conquistate su altrettante gare disputate. I Campioni d’Italia del Milan inseguono in condominio con la Juventus con 4 punti a due lunghezze di distanza. Questo è il quadro per quanto concerne le squadre favorite nella griglia di partenza nella lotta per conquista dell’ambito tricolore da cucirsi e sfoggiare sul petto delle proprie casacche. Entrando maggiormente nel dettaglio, possiamo essenzialmente esprimere una considerazione semplice che potrebbe apparire elementare e cioè che il suddetto terzetto di testa ha mantenuto fede ai pronostici regolando nell’ultimo turno formazioni largamente alla loro portata e rispettivamente, il team bianconero ligure dello Spezia con un rotondo e secco 3 – 0 sul terreno amico del Giuseppe Meazza, per quanto concerne l’Inter di Simone Inzaghi, quest’ultima è considerata da una fetta consistente di critici calcistici e addetti ai lavori quale grande favorita alla conquista dello scudetto che sarebbe il numero venti della sua storia come del resto anche per i cugini rossoneri. Entrambe, in caso di affermazione, potrebbero fregiarsi della seconda stella da poter esporre orgogliosamente sulle maglie, rigorosamente a strisce verticali neroazzurre e rossonere. Le altre due formazioni che hanno onorato le aspettative che sono riposte sin dalla vigilia su di loro ,per quanto riguarda l’intera stagione e non soltanto per la singola gara, sono state il club azzurro del Napoli del toscanaccio Luciano Spalletti che nel tempio del “Diego Armando Maradona”, ha disposto con disinvoltura e facilmente sul piano del gioco e del risultato del neo promosso team biancorosso del Monza di mister Giovanni Stroppa, regolato con un eloquente 4 – 0 che non ammette repliche. L’ultima squadra che manca all’appello da segnalare, è la Roma che nel giardino di casa dello stadio ” Olimpico”, ha superato di misura 1 – 0 una combattiva e rampante compagine grigiorossa della Cremonese, squadra ben allenata da Massimiliano Alvini, che pur giocando bene in queste due giornata fino ad ora disputate è rimasta ancora a secco alla voce punti incamerati. Tra le delusioni cocenti del turno precedente al netto di qualche attenuante derivante dai tanti infortuni di elementi cardine come i nuovi ed importanti innesti arrivati dal mercato per puntellare e migliorare lo scacchiere tecnico tattico del trainer livornese Massimiliano Allegri ci riferiamo a campioni del calibro di Pogba e Di Maria, è la Veccia Signora, parliamo della Juventus che ha subito uno stop imprevisto, facendosi bloccare sul risultato a reti bianche da una non trascendentale squadra blucerchiata della Sampdoria di mister Marco Giampaolo nella trasferta nel tempio pagano dedicato agli dei del pallone e cioè quello genovese e cioè lo stadio “Luigi Ferraris”. Un pareggio per 0 – 0 che ha amareggiato e deluso non poco la tifoseria juventina. Al pari dei piemontesi il Milan di Stefano Pioli che è stato fermato sull’1 -1 dalla nuova truppa bergamasca dell’Atalanta del vulcanico Giampiero Gasperini, squadra ostica seppur diversa come caratteriste ed interpreti rispetto a quella del recente passato che era riconoscibile poichè si identificava in una miscela spesso vincente composta dall’elevato ritmo e da una notevole aggressività sul rettangolo di gioco e che tutti eravamo abituati a vedere ed apprezzare. Resta da esprimere una ulteriore considerazione e cioè che tra le mura amica del “Gewiss Stadium” comunque si è confermata come sempre un cliente scomodo ed insidioso da affrontare e da superare. Calendario alla mano per la cronaca quella dei rossoneri sulla carta era la partita più difficile e si è confermata tale al termine dei novanti minuti ed oltre disputati sul campo della città orobica.

La giostra del goal si è aperta nel pomeriggio di ieri alle18,30 nel catino dello stadio “Brianteo” poi convertito e ribattezzato “U – Power Stadium”, dove i biancorossi brianzoli del Monza del munifico patron Silvio Berlusconi sono stati sconfitti con il risultato di 1 -2 dal sodalizio bianconero dell’Udinese allenato da Andrea Sottil ex roccioso difensore centrale del club friulano allora in panchina siedeva prima Gigi De Canio e successivamente il tecnico di Certaldo ora al Napoli Luciano Spalletti. Per i lombardi del tecnico Giovanni Stroppa neo promossi in serie A è stato un nuovo triste risveglio. Voci di corridoio parlano di un patron inviperito che si sarebbe fatto sentire negli spogliatoi tuonando contro i suoi e manifestando la propria delusione per un inizio di stagione notevolmente traumatico che forse poteva essere messo in preventivo trattandosi di una matricola alla prima esperienza nella massima serie ma che nessuno auspicava. L’Udinese invece ottiene il primo sorriso stagionale grazie ad una bella performance. Entrambe le squadre, che erano alla ricerca del primo sorriso stagionale da tre punti, hanno offerto una buona prestazione. Ieri sera alle 20,45 è stato servito uno dei piatti forti ci riferiamo al match “dell’Olimpico” che si è presentato colorato e ribollette di entusiasmo che ha accolto sul manto erboso del suddetto impianto le compagini biancoceleste della Lazio e neroazzurra dell’Inter. Le due tifoserie ricordiamo sono accomunate da un vecchio, storico, fraterno e consolidato gemellaggio. Questa è stata una sfida interessante e scintillante a tratti entusiasmante sotto il profilo tecnico e tattico. I risultato maturato al termine degli oltre novanta minuti ha premiato con merito la compagine in casacca biancoceleste di casa della Lazio che si è imposta con il perentorio punteggio di 3 -1. Grazie a questo successo i capitolini operano il sorpasso in classifica sui milanesi scavalcandogli di un punto.

Per quel che concerne le partite in calendario oggi, si parte alle 18,30 con il match dello stadio ” Zini” tra la Cremonese e il sodalizio granata del Torino. I locali grigiorossi usciti fino ad ora dal campo con due sconfitte nei rispettivi confronti esterni disputati nei quali pur non avendo sfigurato al cospetto di formazioni più blasonate, si è ritrovata con un pugno di mosche in mano, poichè nonostante una buona espressione di gioco condita da ottime occasioni da rete procurate, ha palesato una particolare anemicità nel reparto offensivo e tale sterilità potrebbe essere corretta da opportuni, tangibili e mirati interventi in sede di mercato, correttivi necessari per iniziare a conquistare punti preziosi per centrare l’obiettivo salvezza in una categoria riconquistata dopo tanti anni di attesa ed assenza dal massimo palcoscenico e dalla grande vetrina della serie A. Sulla sponda granata del Torino, vi sarà la volontà di proseguire su questa strada dopo un positivo inizio di campionato. L’altro big match di giornata è senza ombra di dubbio quello che si terrà sul rettangolo di gioco “dell’Allianz Stadium” alle ore 18,30 e che vedrà fronteggiarsi la Juventus e la Roma. La compagine bianconera piemontese, presieduta da Andrea Agnelli, vorrà riscattare il mezzo passo falso di Genova contro la Sampdoria, mentre la Roma allenata da José Mourinho, punta a proseguire il suo trend positivo. Non dovrebbero mancare divertimento e fiumi di adrenalina. visti i trascorsi burrascosi tra il pubblico e l’ambiente juventino e il tecnico portoghese spesso provocatorio e irriverente nonchè indisponente nelle sue esternazioni. Alle 20,45, sono in calendario altre due gare ed esattamente Spezia Sassuolo e Milan Bologna. Il match “dell’Alberto Picco” tra l’undici bianconero guidato da Luca Gotti e quello neroverde emiliano del Sassuolo del tecnico Alessio Dionisi, si annuncia all’insegna di un sostanziale equilibrio tra due squadre caratterizzate da una buona organizzazione tattica e dal discreto tasso tecnico. In contemporanea con la sopraccitata gara in terra ligure, si disputerà il confronto dello stadio “Giuseppe Meazza” tra gli scudettati rossoneri di Stefano Pioli e il club rossoblù felsineo del Bologna dell’ex Sinisa Mihajlovic. Il pronostico parla in favore del Milan ma non per questo il Bologna con il suo condottiero serbo non è assolutamente intenzionato a recitare il ruolo di vittima sacrificale e cercherà di giocarsi al meglio le proprie chance per fare risultato come del resto è accaduto lo scorso anno quando gli emiliani in trasferta strapparono un pareggio.

Gli incontri domenicali vedranno alle 18,30 il match del “Marcantonio Bentegodi” tra i gialloblù dell’Hellas Verona e la dea neroazzurra dell’Atalanta. Per quanto concerne i veneti che cercano aiuti dal mercato, poichè debbono potenziare un organico indebolito dalle tante cessioni eccellenti come si evince da quanto raccolto fino ad ora e cioè un piccolo e misero punticino. Gli avversari di turno bergamaschi sono partiti con la giusta mentalità, visto che, hanno conquistato 4 punti sui 6 disponibili. Nello stesso orario delle 18,30, scenderanno in campo allo stadio “Arechi” Salernitana e Sampdoria con i granata di Davide Nicola decisi ad incamerare i primi tre punti contando sul caloroso appoggio del proprio pubblico, mentre la squadra blucerchiata della Sampdoria intende proseguire sulla scintilla positiva avuta nel confronto casalingo precedente che lo ha visto strappare un punto tra le mura amiche dello Stadio ” Luigi Ferraris” alla Juventus di Max Allegri. A chiudere il quadro di questo frizzante terzo turno di campionato un effervescente match come quello “dell’Artemio Franchi” tra i viola gigliati di Vincenzo Italiano e la compagine azzurra partenopea del Napoli dell’Istrionico patron Aurelio De Laurentis. Anche queste partita si prevede interessantissima vista la duplice vocazione offensiva delle contendenti. Nello stesso orario si disputerà il match dello stadio “Via del Mare” tra i giallorossi pugliesi del presidente Saverio Sticchi Damiani opposti agli azzurri dell’Empoli del tecnico Paolo Zanetti. Il Lecce conta sul ruggito degli oltre trentamila tifosi locali che saranno solcati leggermente da una velatura di azzurro. Al momento le due squadre sono appaiate in classifica con un punto conquistato.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale