Mer. Mag 27th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Terzigno. Tragedia in città: donna uccisa davanti a una scuola

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

TERZIGNO (NA). Una donna di 31 anni, Immacolata Villani, è stata uccisa davanti a una scuola elementare nel quartiere di Boccia al Mauro di Terzigno (Napoli).

A sparare probabilmente il marito che poi si è allontanato.

La donna aveva appena accompagnato i figli a scuola. All’uscita si era intrattenuta a parlare con il consorte che l’avrebbe uccisa. L’assassino si è poi allontanato a bordo di uno scooter grigio e viene ora ricercato.

Tutti i bambini sono stati fatti allontanare da un’uscita laterale per evitare di passare davanti al cadavere della donna che è ancora a terra davanti all’ingresso della scuola.

Sul luogo dell’omicidio è arrivato il padre di Immacolata Villan. Ad accompagnarlo altri parenti. La salma della donna si trova sul marciapiede, coperta da un lenzuolo bianco.

Immacolata Villani era uscita dalla scuola dove aveva accompagnato la figlia ed era salita in auto, dove sembra ci fosse un’altra donna con lei, quando è stata avvicinata dal consorte a bordo di uno scooter che le ha intimato di scendere perché dovevano parlare. Poco dopo, mentre discutevano sotto la pioggia, si è sentito uno sparo e l’assassino è scappato. Per fortuna i bambini erano già tutti in classe. Questo il racconto del fatto di genitori di altri alunni che stavano abbandonando il plesso dopo averli accompagnati. Il posto è transennato, sono in corso i rilievi di Carabinieri e Scientifica.

Le indagini per individuare l’assassino di Immacolata Villani si concentrerebbero sulla cerchia dei rapporti affettivi. Intanto sono stati fatti tornare a casa i bambini della scuola elementare. (ANSA)

Leggi anche:

Calvi Risorta. La Telecom minaccia di staccare i fili: ecco dove e perchè

Mondragone. Trasportavano oltre 130 kg di sigarette di contrabbando: arrestati tre rumeni

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close