• Lun. Ott 25th, 2021

Teverola. Bimba di 11 anni disabile e malata di Aids esclusa dalla scuola

DiThomas Scalera

Ott 30, 2015
Il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini
Il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini

TEVEROLA. Una bambina di 11 anni, disabile e malata di Aids, non è stata accettata nella scuola media statale in cui i genitori affidatari l’avevano iscritta in Campania. A sollevare il caso è stato Avvenire che ha pubblicato in prima pagina la lettera inviata dalla famiglia affidataria al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. “Quella bambina, che io chiamerò Francesca, entrerà in classe nei prossimi giorni. Quella città della Campania darà tutte le possibilità per farla rientrare a scuola, e se il dirigente scolastico che ha rifiutato la sua iscrizione lo ha fatto, non per un ritardo tecnico, ma per altro, allora pagherà per le sue responsabilità”. Lo ha assicurato il ministro Giannini parlando della bimba disabile e malata di Aids, non accettata nella scuola in cui i genitori affidatari l’avevano iscritta.
La storia del «no» a Francesca (nome di fantasia) è stata raccontata dalla mamma affidataria, Fortunata della Comunità di Capodarco di Teverola in Campania, al Redattore Sociale: la bimba proviene da una «famiglia che vive in condizioni di gravissima emarginazione sociale ed economica. Ha frequentato una scuola fino allo scorso anno, dove nessuno si è reso conto, o ha fatto finta di non rendersene conto, della situazione. Aveva il sostegno scolastico per il suo ritardo psichico. Ma è stata sempre promossa, anche l’ultimo anno, seppur non sapesse leggere nè scrivere.

Fonte: Casertanews.it

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru