Dom. Mar 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

“Ti vuoi divertire con mia figlia?”: madre vende figlia di 2 anni su internet, arrestata

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Choccante e assurdo se non fosse vero. Una donna di 25 anni, madre di una bimba di 2, ha messo in vendita on line il corpo della piccolina in cambio di una cifra di denaro. È successo in Texas. La donna, Sarah Marie Peters, ha contattato via internet decine di uomini proponendo “l’affare” macabro e indecente. “Ti vuoi divertire con mia figlia?”, ecco le parole con la quale la donna iniziava il discorso con quelli che credeva essere un branco di pedofili, in cambio di circa 1000 dollari. Ma, per sua sfortuna e per fortuna della piccola, dall’altra parte del web c’erano agenti sotto copertura che, fingendosi pedofili interessati all’incontro mostruoso, hanno ricevuto anche una foto della piccola bimba e hanno dato appuntamento ad entrambe nella cittadina di Conroe, dove la donna è arrivata in autobus. Alla fermata è stata accolta dalle forze dell’ordine che non hanno perso tempo ad arrestarla e a mettere in salvo da lei la piccolissima bimba. Allo stato attuale la bambina è stata posta sotto custodia dei servizi di protezione dell’infanzia statali. Sarah Marie Peters invece si è dichiarata colpevole e ha ricevuto una condanna a 40 anni di reclusione, con l’accusa di favoreggiamento alla prostituzione, con l’aggravante dell’età della figlia, ovviamente. Dalle indagini è stato anche possibile svelare altri retroscena collegati “all’attività” della donna. Infatti, oltre a quella della figlioletta, la donna avrebbe inviato a perfetti sconosciuti anche le foto di altre bambine e ragazze. Si cerca di capire se si possa trattare di una vera e propria rete di pedopornografia , gestita dalla donna, e se eventualmente ci sia una vera e propria organizzazione alle sue spalle. Per il momento non si escludono che siano già accaduti incontri sessuali consumati tra alcuni “clienti” e le bimbe proposte da Sarah Marie. Ci dicono che le condanne, in Texas, vengano rispettate fino all’ultimo secondo. Ci dicono anche che non esiste la buona condotta.

Neonati abusati sessualmente: i video dell’orrore sul web

Palermo: facevano prostituire la figlia di 9 anni, arrestati 2 pedofili e i genitori della bimba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close