Lun. Giu 1st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

“Togliete l’auto dalla pista ciclabile”: picchiato con ferocia e rapinato da 2 mocciosi

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Un pomeriggio come tanti quello che stava vivendo un uomo di 36 anni, che il 31 dicembre scorso, nei pressi di un parco presso Martesana a Vimondrone, in provincia di Milano, trascorreva un po’ di tempo libero seduto su una panchina accanto a una pista ciclabile. All’improvviso una macchina che invade letteralmente il percorso per biciclette e lo percorre creando non pochi disagi ai ciclisti e ai pedoni a bordo strada. L’uomo si alza e richiama guidatore e chi lo accompagna in macchina a scendere dalla pista e continuare a camminare nell’adiacente strada destinata al traffico veicolare. A quel punto accade il malfatto. Due giovane di 21 e 14 anni, che si scoprirà essere zio e nipote, scendono dall’auto e si scagliano contro il trentaseienne, colpendolo con calci e pugni e con ferocia inaudita, rompendogli un braccio e rapinandolo dei suoi averi: un portafogli e uno zainetto. I 2 malviventi, non sazi di quanto appena fatto, dopo aver continuato ad infierire sul corpo del malcapitato, si sono rimessi in macchina, allontanandosi dal luogo della rapina e del pestaggio. Intervenuta i carabinieri della locale stazione di Sesto san Giovanni e la polizia di Stato di Milano, i 2 hanno realizzato una fuga lunga 50 chilometri, inseguiti dalle pattuglie. Inseguimento finito solo a Origgio, in provincia di Varese, dove i 2, probabilmente vedendosi braccati e a corto di carburante, hanno fermato la macchina. Dal video fatto dai carabinieri, che riprende l’intero inseguimento, è possibile notare il guidatore, lo zio, allontanarsi dalla macchina, mentre il quattordicenne viene preso a forza dall’abitacolo dal posto a fianco al guidatore. Il ventunenne sarà preso pochi metri più in là del luogo in cui aveva fermato la vettura. L’ennesimo caso di malavita spicciola, perpetuata ai danni di un onesto cittadino da 2 mocciosi incoscienti e inconsistenti, probabilmente dediti all’uso di droga. I 2, come si saprà più tardi, erano già stati fermati per altre 2 rapine.

La mafia è entrata nella partita Expo, undici arresti a Milano

La morte di Umberto Eco

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close