• Mar. Ott 19th, 2021

Tora e Piccilli. Scuola inagibile, alunni trasferiti a Conca della Campania. Valentino: "La sicurezza dei bambini prima di tutto"

DiThomas Scalera

Mar 7, 2017

TORA E PICCILLI. La scuola primaria e dell’infanzia ‘A. Milani’ di Piccilli è inagibile. Lo scorso 24 febbraio il geometra Massimo Di Stefano, Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune, su invito dei Carabinieri di Marzano Appio, ha effettuato un sopralluogo insieme all’Ing. Anchele Sasso, Responsabile della sicurezza del plesso nominato dalla Direzione Didattica competente, con il Maresciallo dei Carabinieri Piero De Fusco e con l’Ing. Giuseppe Mongillo di Caiazzo nominato ausiliario di P.G. quale esperto tecnico. Dal sopralluogo è emerso che non è stata effettuata una valutazione di vulnerabilità sismica. La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere aveva avviato qualche tempo fa delle indagini e degli accertamenti in merito alle condizioni di sicurezza di alcuni plessi scolastici della provincia di Caserta, tra cui quello di Tora e Piccilli. C’è da precisare che l’Ufficio Tecnico, insieme all’amministrazione Comunale, da anni cerca di perseguire un finanziamento regionale. Nell’aprile del 2015 l’U.t.c. e il Comune si erano attivati per nominare dei tecnici al fine di studiare e redigere un progetto di adeguamento strutturale e funzionale con messa a norma dell’impiantistica della scuola elementare di Tora e Piccilli. Nel frattempo, il sindaco Natascia Valentino ha deciso che gli alunni saranno trasferiti a Conca della Campania. “Sono una mamma prima che un sindaco e, in accordo con la mia amministrazione, ho optato al trasferimento momentaneo dei nostri alunni in una scuola di Conca della Campania, facente parte della stessa Direzione Didattica. La sicurezza dei bambini prima di tutto. Il resto è secondario” dichiara il primo cittadino.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru