Sab. Feb 22nd, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Torino. Un pacco bomba indirizzato alla sindaca Appendino

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Un plico indirizzato alla Scuola Diaz di Genova

Immediatamente sospeso il consiglio comunale

A Palazzo Civico, dopo l’arrivo del pacco bomba sospetto, indirizzato alla sindaca di Torino Chiara Appendino, sono subito intervenuti gli artificieri della polizia.
All’interno del piccolo plico era presente un congegno rudimentale ed una scritta in stampatello su un foglio bianco attaccato al plico che indicava il mittente: la Scuola A. Diaz. Via C. Battisti 6, 16145 Genova.
Quest’ultima è nota per i rotocalchi che in passato la etichettarono come ‘quella delle torture della polizia durante il G8’.

La seduta del consiglio comunale è stata subito sospesa e per ben due ore è durato invece l’intervento degli artificieri.

Il questore Francesco Messina
appena saputo si è subito recato in Comune ed ora si attendono le analisi che stabiliranno se il pacco poteva effettivamente esplodere.

Immediati i commenti di Paola Taverna e Lucia Azzolina attraverso le loro pagine Facebook.

On. Taverna: “Non so cosa spinga una persona a fare un gesto così sconsiderato, né riesco ad immaginare come possa sentirsi Chiara.
Chi ha fatto questo è uno squallido e vigliacco delinquente.
Tu Chiara sei un bravo sindaco ed una grande donna. Per quello che può servire, hai tutta la mia solidarietà.
Senza paura Chiara, vai avanti senza paura”.

On. Azzolina: “Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Torino è vicino alla sua Sindaca Chiara Appendino, obiettivo di un gesto criminale, vile e ignobile come un pacco bomba. Non saranno le minacce, né operazioni di terrore come questa a spaventarla, né a spaventarci.

Siamo convinti del lavoro per il bene della città che sta svolgendo e continueremo a essere al suo fianco.
Ringraziamo la perizia del personale di Palazzo Civico e gli artificieri per il pronto intervento che ha escluso possibili conseguenze. Siamo da sempre convinti che sia necessario un confronto cittadino fondato sul dialogo aperto per ricomporre la tensione e il conflitto che l’azione di cambiamento che stiamo portando avanti ha generato, ma il continuo reiterarsi di minacce e intimidazioni alla nostra sindaca è vigliacco e non più tollerabile.

La comunità torinese si stringa intorno alla sua sindaca, il confronto politico passi dal dialogo, anche franco, ma non dalle intimidazioni e dai comportamenti criminali”. *Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Torino*

Lucia Azzolina
Paola Taverna
Chiara Appendino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close