• Gio. Ott 21st, 2021

Torre del Greco. Festa dell’Immacolata Concezione, grande attesa in città

DiThomas Scalera

Dic 7, 2016

1619100_912661555413344_447438893371922504_n

TORRE DEL GRECO. Ritorna puntuale come ogni anno a Torre del Greco, in provincia di Napoli, la festa in onore della Vergine Immacolata in programma l’8 dicembre 2016. La marcia di avvicinamento alla festa è scandita da una serie di appuntamenti religiosi e non che richiamano, come ogni anno, i torresi da ogni parte del mondo, per invadere la piazza antistante la basilica, in attesa della processione del Carro. La processione per l’Immacolata a Torre del Greco è imponente, molto sentita e partecipata, un carro di grandi dimensioni viene costruito ogni anno con una tematica sociale, religiosa, e culturale diversa e portata in giro da centinaia di persone. Il carro passa tra la folla festante, accompagnato dalla banda e dal parroco della Basilica di Santa Croce, da sacerdoti e fedeli. Era il 1861 quando un’eruzione del Vesuvio ed un violento terremoto stava per distruggere Torre del Greco. Fu grazie all’intervento miracoloso dell’Immacolata Concezione, patrona della città che la furia devastatrice della lava si arrestò senza compromettere la cittadina. Da allora ogni 8 dicembre si ripete la sacra processione promessa alla Madonna se avesse arrestato la violenta distruzione, per onorare e ricordare quell’avvenimento. Siamo alla vigilia l’attesa inizia a sentirsi, già si sono stati definiti i dettagli relativi alla processione di domani dell’Immacolata. Nella Basilica di Santa Croce si sono tenuti infatti una serie di incontri per stabilire le principali procedure riguardanti il partecipato corteo religioso dell’8 dicembre. Insieme al parroco, Don Giosuè Lombardo, ai carabinieri, Polizia e rappresentanti della polizia municipale, alle riunioni ha preso parte – in rappresentanza dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello – l’assessore agli Eventi, Ferdinando Guarino, che anche domani seguirà tutte le fasi clou della processione.
“Nelle nostre riunioni si sono trattati vari argomenti – fa presente Guarino – ed abbiamo preparato il tutto. In particolare, sono stati affrontati i particolari relativi al corteo, che interesserà le arterie storicamente attraversate. Siamo tutti concordi che lungo l’intero percorso non saranno autorizzate bancarelle, che invece potranno essere allocate a partire dalle strade limitrofe. Un modo per rendere più agevole la sosta dei fedeli che intendono assistere al corteo e garantire maggiore spazio all’intera processione”. Non solo, le istituzioni chiamate a raccordarsi per la buona riuscita della manifestazione religiosa, hanno definito un piano per evitare l’assembramento della gente davanti al carro: “L’idea – spiega il rappresentante è nata della giunta – è chiedere ai ‘portatori’ che a turno non saranno impegnati a portare fisicamente il carro, di costituire una sorta di ‘cordone’ di protezione, onde evitare che – come purtroppo avvenuto negli anni passati – qualche fedele possa avvicinarsi pericolosamente o addirittura qualche bambino provi a infilarsi sotto il carro”.
“Quella dell’Immacolata – conclude l’assessore Guarino – è una festa patronale molto sentita in città e proprio per questo motivo sono stati importanti gli incontri preparatori, che si sono svolti principalmente a porre la dovuta attenzione sull’aspetto legato alla sicurezza”.

Giacinto Di Patre

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru