Antica Terra di LavorocampaniaCasertaComunicazioneCronacaNews

Caserta. Trema Palazzo Castropignano. La Corte dei Conti indaga sugli uffici comunali

La Corte dei Conti indaga su Palazzo Castropignano, nuovi guai in arrivo

Sotto la lente d’ingrandimento la gestione di denaro pubblico tra il 2012 ed il 2016

CASERTA. Risveglio da incubo per l’amministrazione comunale del sindaco Carlo Marino. Notizia di pochi minuti fa, l’indagine della Corte dei Conti sugli uffici comunali del capoluogo casertano. Nel mirino la gestione di denaro pubblico nell’arco atemporale tra il 2012 ed il 2016.

Se la verità verrà accertata, il personale, ed il corpo di polizia municipale della città di Caserta, potrebbero essere condannati a restituire le somme di denaro: infatti sotto la lente d’ingrandimento c’è il periodo lavorativo in cui scoppiò il primo dissesto finanziario con l’amministrazione comunale che assegnò all’epoca dei fatti una cifra che si aggirava intorno al milione e 350 mila euro tra bonus e premi di produttività al personale del Comune e straordinari ai vigili urbani della città di Caserta. Insomma una vera è propria confusione creata alla perfezione da amministratori e dirigenti comunali di Caserta.

Il caos per Marino è compagni è scoppiato tra novembre e dicembre del 2016, quando all’interno dell’ente comunale iniziarono i controlli sulla concessione della ‘regolarità’da parte dei bonus da parte dei Servizi Ispettivi di Finanza Pubblica del Ministero dell’Economia e Finanze.

Una brutta tegola arriva quindi a Palazzo Castropignano dopo le polemiche sull’organizzazione finanziaria di ‘Settembre al Borgo’ l’amministrazione dovrà spiegare numerose situazioni che non quadrano sui conti finanziari dell’ente comunale: la verità sulla relazione inviata al ‘MEF’ che evidenzia l’illegittima erogazione finanziata dalle sanzioni disciplinari stradali avvenute tra il 2012 ed il 2014, liquidità servita a coprire totalmente le prestazioni straordinarie lavorative del personale della polizia municipale di Caserta . Una seconda spiegazione che tutti noi ci aspettiamo fin da subito, sarà invece l’argomentazione complessa che riguarda i premi di produttività ai dipendenti comunali, cosa alquanto strana perché negli anni che andavano dal 2012 al 2014 non vi era uno sviluppo dell’incremento produttivo, ma soprattutto vi erano in quegli anni totali carenze sulla diffusione lavorativa del personale. Una situazione oscura che spinge immediatamente l’ente comunale a ricostruire il vaso di pandora di quegli anni per accertare la verità dei fatti, una situazione che fa tremare i polsi agli uffici comunali di Caserta. L’amministrazione comunale si dichiara pronta a difendersi nelle sedi opportune, intanto la Ragioneria di Stato ha già trasmesso i documenti con gli atti della vicenda alla Magistratura.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.