• Gio. Mag 19th, 2022

Trentunesimo turno del campionato di Serie A

Presentazione del trentunesimo turno del campionato di Serie A

(Di Genesio Tortolano). Dopo l’infausta parentesi dedicata alla nazionale azzurra di Roberto Mancini, culminata con il catastrofico tonfo casalingo con il punteggio di 0 – 1 nella bolgia del “Renzo Barbera” di Palermo, contro una modestissima nazionale balcanica come la Macedonia del Nord del commissario tecnico Blagoja Milevski, sconfitta che è costata la seconda e cocente eliminazione consecutiva dal Mondiale, poichè a Russia 2018, ora si aggiunge Qatar 2022, torna prepotentemente il campionato con in calendario il trentunesimo turno, caratterizzato da due partitissime. Andando in ordine cronologico, ad aprire il giro di valzer, è stato il match delle 15, quello dello stadio “Alberto Picco”, tra i bianconeri dello Spezia del trainer Thiago Motta e il team arancioneroverde del Venezia, allenato da Paolo Zanetti che ha visto il successo di misura dei padroni di casa liguri con il risultato di 1 – 0 grazie al goal realizzato in piena zona Cesarini al minuto 94′ dall’attaccante ghanese Emmanuel Gyasi. Con questo successo lo Spezia si allontana dalla zona calda della classifica mentre la compagine veneta del Venezia sprofonda sempre di più. Alle 18, si è proseguito con il confronto dello stadio “Olimpico” che ha spalancato le sue porte all’interessantissimo duello, tra  l’aquila biancoceleste della Lazio di Maurizio Sarri e il sodalizio neroverde del Sassuolo del tecnico Alessio Dionisi. Due squadre che con il loro gioco corale hanno offerto emozioni condite da goal spettacolo. Il risultato finale ha premiato la compagine locale della Lazio che si è imposta per 2 – 1, grazie alle reti siglate una per tempo da Lazzari e Milinkovic Savic e all’inutile  segnatura emiliana siglata al tramonto del match al 94′ da Traorè. Alle 20,45, il quadro giornaliero degli incontri, si è completato con il match dello stadio “Arechi”, tutto a tinte rigorosamente granata, Salernitana – Torino, terminato 0 – 1 per gli ospiti con il gol di Belotti su rigore. Per i locali di mister Davide Nicola, a questo punto la salvezza si può certamente considerare miracolo, utopia. Per quel che concerne la sponda granata piemontese, la posizione attuale è consolidata ed è di assoluta tranquillità.

Il capitolo riguardante gli incontri in programma oggi, vede quale preludio quello tutto in salsa toscana e cioè il derby dell’Artemio Franchi”, dove va in scena Fiorentina  – Empoli. La chiave di lettura di questa sfida, sta nella voglia dei viola gigliati padroni di casa, guidati dal rampante Vincenzo Italiano di continuare ad inseguire il sogno europeo, mentre dall’altra parte, gli azzurri, allenati dal più maturo Aurelio Andreazzoli, vogliono regalarsi una giornata di gloria in trasferta, contro i rivali fiorentini ed accendere l’entusiasmo dei propri tifosi.  Alle 15, si disputa il primo dei big match, quello del “Gewiss Stadium”, dove si sfidano Atalanta e Napoli. Per quel che concerne gli orobici allenati da Giampiero Gasperini, vogliono la vittoria per accorciare le distanze dalla zona Champions League. Il tecnico piemontese di Grugliasco al timone della Dea da tanti anni e quindi sempre più al centro del progetto colorato di neroazzurro con un ruolo alla manager di stampo inglese, praticamente un Alex Ferguson 2.0, vuole regalare altre soddisfazioni ai propri caldissimi e appassionati supporter. In casa Napoli, il trainer azzurro Luciano Spalletti, per questa circostanza, deve rinunciare a due importanti pedine dello scacchiere come Di Lorenzo e Osimhen, ma confida nella voglia di mettersi in mostra dei sostituti che cercheranno di non far rimpiangere i titolarissimi. Pertanto vuole tornare da questa insidiosissima trasferta con un risultato positivo per confermare le proprie fiches al tavolo delle roulette chiamata corsa scudetto. In contemporanea con la gara di Bergamo, si disputa il confronto della Dacia Arena, tra il team bianconero friulano dell’Udinese di mister Gabriele Cioffi e il club rossoblù del Cagliari, targato Walter Mazzarri. Questa partita, è di vitale importanza, soprattutto per gli ospiti isolani, poichè sono in una situazione di classifica più che pericolante. Il menù calcistico, prosegue alle 18 con la gara del “Luigi Ferraris”, tra i blucerchiati della Sampdoria di mister Marco Giampaolo e la lupa giallorossa della Roma allenata da Josè Mourinho. Un match che si prevede combattuto sul piano agonistico. Il caviale, viene servito alle 20,45, parliamo del match “dell’Allianz Stadium”, il posticipo tra la Vecchia Signora in bianconero, la Juventus del presidente Andrea Agnelli e il sodalizio neroazzurro dell’Inter di Simone Inzaghi. Questa partita, definita il derby d’Italia, sentitissima e scandita da una storica rivalità che affonda le radici in un atavico odio sportivo tra le due squadre, separate da una visione opposta del mondo del calcio e di come viverlo e interpretarlo, si annuncia vibrante, combattuta e condita probabilmente da polemiche come è costume ormai consolidato. La vittoria, serve ad entrambe le duellanti per i rispettivi obiettivi, la qualificazione in Champions League per la Juventus e lo scudetto per l’Inter.

Il quadro delle partite di questo turno, si completa con i due postici del lunedì quello del “Marcantonio Bentegodi “,tra Verona e Genoa e quello del “Giuseppe Meazza “,tra Milan e Bologna. I favori del pronostico parlano per le squadre ospitanti, poichè sia gli scaligeri gialloblù allenati da Igor Tudor che i rossoneri milanesi guidati da Stefano Pioli, posseggono una caratura tecnica superiore agli avversari, il riferimento va ai rossoblù liguri del mister teutonico Alexander Blessin e agli altri rossoblù felsinei del serbo Sinisa Mihajlovic. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale